Autore:
Luca Cereda

AL GALOPPO Il tempo per una "tiratina" di mezz'età è giunto anche per la Opel Antara 2011, portabandiera della Casa di Rüsselsheim nell'agguerrito mercato dei suv. Poche le modifiche estetiche, tutte concentrate sul frontale. Sotto il cofano arriva però un nuovo motore diesel di cilindrata e potenza superiore ai due "duemila" attualmente in listino. E anche nel 2.4 a benzina la cavalleria ha ricevuto copiosi rinforzi...

FRONTALE Partiamo dal facelift. Cambia un po' la calandra, com'era prevedibile, con la mascherina "monolistello" leggermente ridisegnata e una presa d'aria sul paraurti che ora ha una sagoma più definita. Il muso della Antara guadagna un filo d'eleganza anche grazie a un paraurti in tinta con la carrozzeria e alle due nuove casette dei fendinebbia, incorniciate con finiture cromate. Sul posteriore, infine, i designer hanno modificato l'organizzazione interna ai gruppi ottici, ma non la sagomatura. Tra gli optional figurano ora cerchi da 19 pollici in metallo leggero. Il telaio attivo è stato rielaborato per migliorare ulteriormente il confort di marcia.

INTERNI Per quanto concerne gli interni della nuova versione spendiamo due parole sulla fiducia, in attesa di vedere le prime foto (per ora latitanti). Opel parla di nuovi materiali sulle superfici della plancia e di una consolle centrale più attrezzata quanto a vani portaoggetti e comodità di questo genere. Nelle dotazioni di serie, invece, certo l'ingresso freno di stazionamento elettrico e dell'Hill Assist, per agevolare le partenze in salita a dispetto della mole non certo felina.

NUOVO DIESEL Passando al piatto ricco, la novità principale nella gamma motori consiste nell'ingresso di un 2.2 CDTI declinato in due diverse potenze: 163 cv e 184 cv. Entrambe le versioni fanno registrare un sensibile aumento di potenza rispetto ai motori che vanno a sostituire, ovvero le varianti da 127 e 150 cavalli del precedente 2.0 CDTI. Entrambi i diesel sono disponibili con trasmissione sia manuale sia automatica, ma mentre il meno potente dei due permette anche di scegliere fra trazione integrale e trazione solamente anteriore, il più nerboruto è venduto di serie col 4x4.

PIU' 30 Chi preferisse il benzina avrà invece a disposizione una versione completamente rivista del "vecchio" 2.4 a 16 valvole, che ora vanta ben 30 cavalli in più di prima (per un totale di 170 cv). Anche qui si può scegliere tra il cambio automatico e quello manuale, con la possibilità di scegliere indistintamente la versione 4x2 o quella 4x4. Tutti i motori della gamma sono omologati Euro 5.