Autore:
Massimo Grassi

FINALMENTE Eccola qua la nuova Volkswagen Polo. Dopo mesi fatti di immagini teaser, video, foto spia & co. la piccola di Wolfsburg si mostra a figura intera. E lo fa mostrando forme che, come da tradizione VW, evolvono il discorso stilistico della precedente generazione. Evoluzione che passa, ad esempio, attraverso la mascherina sempre più sottile dai cui listelli cromati partono le luci led. Led presenti anche al posteriore. Klaus Bischoff, responsabile del design dei modelli Volkswagen, la definisce “carismatica, progressista, moderna e simpatica. Una compatta dal carattere deciso”. C’è da dire che, a prima vista, ha un aspetto più sportivo e dinamico, che il pubblico potrà apprezzare anche al Salone di Francoforte 2017.

CRESCE TUTTA La nuova generazione della Volkswagen Polo è la prima della storia a superare quota 4 metri di lunghezza, assestandosi a 4,05 metri. Aumentano anche larghezza (1,71) e passo (2,56) mentre diminuisce leggermente l’altezza (1,44) per un aspetto generale più schiacciato a terra. Preziosi centimetri in più, merito dell’utilizzo della piattaforma MQB A0, che permettono alla Polo 2017 di offrire maggior spazio a passeggeri e bagagli. Pensate che il bagagliaio è cresciuto e la sua capienza minima ora è di 351 litri. Un gran bel passo in avanti rispetto ai 280 della generazione precedente.

A TUTTO SCHERMO Con una concorrenza agguerrita come quella composta dalla nuova Ford Fiesta e dalla cugina Seat Ibiza (anche lei appena rinnovata) la nuova VW Polo non può limitarsi a crescere nelle misure ma deve offrire tanta (e tanta) tecnologia. E lo fa con, ad esempio, la nuova generazione dell’Active Info Display, ovvero la strumentazione 100% digitale made in Wolfsburg. Una evoluzione di quanto già visto a bordo di Golf restyling e degli altri modelli che animano il listino Volkswagen. Sulla Polo 2017 il monitor TFT a colori è sistemato più in alto (una filosofia già adottata da Peugeot con l’iCockpit) e la grafica è stata rivista per essere ancora più chiara e nitida.

PIÙ POLLICI Se la presenza della strumentazione digitale è una sorpresa davvero inaspettata, non lo è quella del monitor da 8” proposto come top di gamma. Il 9,2” rimarrà esclusiva delle sorelle maggiori. Poco male perché il sistema di infotainment della nuova Volkswagen Polo è comunque ricco e oltre alla compatibilità con Android Auto, Apple CarPlay e MirrorLink ci si potrà, ad esempio, connettere al web grazie a Car-Net e prenotare e pagare parcheggi (per ora solo in Germania).

NUOVA VOLKSWAGEN POLO: GLI ALLESTIMENTI Al lancio la Polo 2017 sarà disponibile in 4 allestimenti: Trendline, Comfortline, Highline e GTI. Il primo di serie offre luci diurne led, sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore, Front Assist con frenata d’emergenzaa City e riconoscimento dei pedoni, cerchi da 15” e limitatore di velocità. La Polo Comfortline aggiunge sistema di infotainment Composition Media, condizionatore, volante multifunzione e cerchi in lega da 15”. L’Active Info Display di nuova generazione è di serie a partire dall’allestimento Highline, dove si trovano anche rivestimenti in pelle per volante e pomello del cambio, illuminazione interna a led e cerchi in lega da 16”. Al top c’è la nuova Volkswagen Polo GTI: doppio terminale di scarico, cerchi in lega da 17”, paraurti anteriore con design specifico, luci led, sedili sportivi e altre caratterizzazioni estetiche specifiche fanno da contorno al 2.0 TSI da 200 cv che prende il posto del vecchio 1.8 da 192 cv.

CON L’AIUTO Cruise Control Adattivo funzionante fino ai 210 km/h, Blind Spot Detection, Park Assist, … sono solo alcuni dei sistemi di assistenza alla guida offerti (come optional) dalla nuova Volkswagen Polo. Un insieme di tecnologie ormai immancabili anche in auto di segmento B.

NUOVA VOLKSWAGEN POLO: I MOTORI Ok, al top c’è il turbo benzina da 200 cv. Ma sotto? La Polo 2017 sarà disponibile con motorizzazioni benzina, diesel e per la prima volta anche su unità TGI a metano. La gamma benzina va dai 65 cv del 1.0 MPI fino ai 115 del 1.0 TSI mentre a gasolio ci sarà il 1.6 TDI da 80 o 95 cv. Se si vorrà andare a metano si potrà contare sui 90 cv del 1.0 TGI. Ci sarà la possibilità di avere il cambio automatico doppia frizione DSG, ma solo con motorizzazioni dai 95 cv in su. Vi piace e ci state facendo un pensierino? Dovete aspettare ancora un po’: la nuova Polo infatti sarà disponibile verso la fine del 2017. 


TAGS: volkswagen nuova volkswagen polo novità auto salone di francoforte 2017 volkswagen francoforte 2017