Autore:
Luca Cereda

IL BELLO DEVE ANCORA VENIRE Ateca, Ibiza, Arona. Una tripletta che ha fatto cambiare marcia a Seat sul mercato in questi ultimi due anni. Basta guardare i dati di vendita: a ottobre 2017 la casa spagnola conta già oltre 2.300 immatricolazioni in più su quello che, per lei, è stato un anno da record, il 2016. Ma la vera svolta deve ancora venire ed è attesa per il 2019, quando in vetrina – presumibilmente entro la prima metà dell'anno – andrà la nuova Seat Leon.

CAMBIAMENTI SIGNIFICATIVI Sarà uno dei sei (forse sette) nuovi modelli (la maggior parte inediti) che i vertici di Martorell hanno promesso per i prossimi anni, comprese due auto elettriche. La Seat Leon 2019 è decisamente il più importante, anche perché sarà profondamente rinnovata. Con tecnologie mutuate dalla Volkswagen Golf 8 e uno stile profondamente rivisto, soprattutto nel frontale, secondo quanto trapela dalle prime indiscrezioni.

ELETTRIFICATA La vera rivoluzione sarà però l'ibrido. Come la nuova Golf, la Seat Leon 4 (numero che indica la generazione) proporrà una versione mild hybrid, probabilmente basata sul 1.5 TSI e, più in alto nel listino, una variante ibrida plug-in omologa della Golf GTE. Nella gamma motori rimarranno comunque le proposte classiche, a partire dal 1.0 litri TSI che abbiamo provato sulla Ibiza per finire con i diesel di media cilindrata. La nuova Seat Leon potrebbe essere svelata in anteprima entro il 2018.


TAGS: seat nuova Seat Leon seat leon 2019