Autore:
Marco Congiu
CHE COLPO Cinque anni fa McLaren presentava la P1, hypercar ibrida avversaria designata di Porsche 918 Spyder e Ferrari LaFerrari. Oggi la casa di Woking ha diffuso il prototipo del suo nuovo gioiello della corona: la McLaren BP23.
 
ESCLUSIVA Come da tradizione quando si parla di auto simili, la McLaren BP23 sarà prodotta in un numero limitato di esemplari: 106 in totale, nonostante gli oltre 300 ordini già ricevuti da potenziali clienti globali. Erede della P1, questa nuova hypercar eredita il DNA della McLaren F1, auto leggendaria della metà degli anni '90. Nata dalla matita di Gordon Murray, il papà della McLaren MP4/4 di Ayrton Senna ed Alain Prost, l'auto fu tra le più evolute tecnicamente della sua epoca, adottando soluzioni innovative come una copertura di lamine d'oro 24 carati sul motore. Il motore V12 erogava una potenza di 600 CV, utili per bruciare lo scatto da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi prima di raggiungere una velocità massima di 387 km/h. Mica male, per essere negli anni '90.
 
TRE PER UNO Come si vede da queste immagini ufficiali, la McLaren BP23 presenta degli interni adatti ad ospitare 3 passeggeri, con il guidatore in posizione centrale proprio come sulla McLaren F1. Esteticamente l'auto richiama da vicino la nuova 720S presentata al Salone di Ginevra 2017, mentre a livello tecnologico non dovrebbero mancare le microcamere per sostituire gli specchietti retrovisori. 
 
OLTRE LA VEYRON Una volta c'era la Veyron ad essere presa come esempio di velocità massima su ruote. Oggi, il limite dei 400 km/h non è più visto come un traguardo inavvicinabile. Proprio a questa soglia punta la McLaren BP23. Non si conoscono ancora le specifiche tecniche: quello che si può dedurre è la propulsione ibrida e, come dichiarano da Woking, il facco che «sarà la McLaren più veloce di sempre». Ferrari e Porsche sono avvisate.  

TAGS: mclaren mclaren p1 McLaren BP23 mclaren 720s