Autore:
Gilberto Milano

TRE ANNI DOPO Sono regole del mercato a imporlo: giunto a metà del suo ciclo vitale un modello deve essere sottoposto a un lifting facciale e a qualche aggiornamento sul resto del corpo. Quanto sia corto questo ciclo lo decidono gli uomini di marketing delle varie Case automobilistiche ma generalmente tende ad accorciarsi di anno in anno. Per la Honda Accord siamo tra i sei e i sette anni dato che il suo debutto è avvenuto nel corso del 2008.

INCOMPRESA? Poco compresa sul mercato italiano la Honda Accord non ha sfondato come forse avrebbe meritato: le sue elevate qualità tecniche, di guida e di comfort si sono scontrate con un look poco appariscente che magari è piaciuto a chi non ama apparire, ma che l’ha penalizzata in termini di appeal nei confronti della massa di clienti che si rivolge a questa classe di vetture.

NUOVO LOOK Ora la Accord ci riprova e sul piatto della bilancia oltre a un design esterno rivisitato mette nuove finiture interne, motori più attenti a consumi ed emissioni nocive, maggiore maneggevolezza, maggiore comfort per gli ospiti e una ancora più completa dotazione tecnica. Piccole modifiche che sommate portano però a un miglioramento complessivo che si fa notare.

FACCIA PULITA Come d’uso in questi casi, leggeri ritocchi nel look si notano sui fari anteriori,  con gli indicatori di direzione che diventano chiari e portano maggiore pulizia all’insieme, mentre la calandra presenta la cornice esterna cromata come le due barre centrali. Più in basso si notano invece le nicchie per i fendinebbia risagomate, così come i condotti di aspirazione. Il risultato finale è un aspetto più aggressivo del precedente che porta slancio a tutto il frontale. Cambiamenti impercettibili anche al posteriore, con nuovi colori per le luci e nella berlina con un elemento cromato sopra la targa.

SILENZIO SI GIRA All’interno le novità riguardano i nuovi materiali adottati per sedili e portiere, per i nuovi giochi di luci che caratterizzano l’atmosfera degli interni, ma , soprattutto, per il miglioramento (dichiarato dalla Honda) dell’insonorizzazione interna. Il tutto grazie all’adozione di una schiuma ad alta densità nel sottocofano e dietro il cruscotto, oltre che nel sottoscocca, dove sono stati introdotte soluzioni di riduzione del rumore sul filtro DPF e sul collettore di scarico del motore diesel. A completare l’opera, anche un ispessimento di 0,9 mm del lunotto.

MENO SOBBALZI Quanto al comfort di guida, gli ospiti della Accord 2011 potranno godere anche di miglioramenti sensibili provenienti dalle sospensioni, sia in termini di stabilità sia di qualità complessiva.

MENO CO2 Affinamenti infine sul 2.2 diesel da 150cv, che guadagna una maggiore efficienza soprattutto in termini di emissioni. Honda parla di una riduzione di 9 g/km nelle emissioni di CO2 nella Accord berlina con cambio manuale a sei marce e di 11 g/km nella versione automatica. Fari attivi in sterzata e sistema di regolazione automatica degli abbaglianti completano l’opera di rinnovo. Nessuna indicazione per ora sui prezzi mentre è ufficiale che la nuova Accord sarà commercializzata a partire dal prossimo aprile.


TAGS: salone di ginevra 2011 nuova honda accord 2011 Tutte le auto in arrivo nel 2011