Autore:
Luca cereda

ALLA SECONDA “Squadra che vince non si cambia”, avranno pensato in Bmw progettando questa seconda generazione della Serie 1. Le prime immagini presentano la “piccola” bavarese rinnovata senza azzardi, dopo il successo della prima serie. Stesse proporzioni, anche se le misure crescono, e stesso carattere. Chissà se dal vivo a Francoforte, dove è previsto il suo debutto, l’impatto sarà diverso rispetto a quanto suggeriscono queste prime foto.

COM'E' C’è sempre il cofano lungo, il profilo dei finestrini rimane lo stesso, con la fiancata praticamente immutata, dove la nervatura che la solca si fa solamente un po’ più rampicante sulla linea della spalla. I principali interventi si concentrano sul frontale, con il doppio che rimane isolato grazie al nuovo disegno dei fari (quasi triangolari) e alla sparizione della bocca inferiore (a favore di un paraurti con due ampie prese d’aria agli estremi). Il badge dell’Elica scende al di sotto della linea di confine del cofano portando idealmente in avanti il “naso” della Serie 1.

A TUTTO VOLUME Passando dietro, il cambiamento è meno netto. La coda mantiene le geometrie tradizionali, con l’andamento concavo del portellone, e propone nuovi gruppi ottici con luci a LED; lo spoilerino cucito su misura al taglio sportiveggiante del lunotto è forse la new entry più significativa. All’interno, invece, la plancia (a doppia superficie) è disegnata convergendo verso il guidatore e nella parte superiore può integrare lo schermo touchscreen del navigatore (a scelta da 6,5 o 8,8 pollici). Tre le tecnologie a disposizione non mancano quelle del Bmw Connected Drive, mentre lo stereo di serie è un Harman Kardon con 12 altoparlanti e un amplificatore da 360 Watt.

SI SDOPPIA Per personalizzare la nuova Bmw Serie 1 sono previsti due pacchetti: Sport e Urban. Il primo annovera sedili sportivi con rivestimenti speciali, volante in pelle con cuciture rosse, bracciolo scorrevole e diverse finiture in nero lucido, tra cui quelle dei listelli del “doppio rene”, ma propone anche due possibili tonalità di illuminazione dell’abitacolo (arancio o bianca) oltre che cerchi da 16” specifici. Meno corsaiola e più paludata è invece la Serie 1 acchittata dal pacchetto Urban, caratterizzato rivestimenti in pelle o stoffa, finiture in vetro acrilico, mascherina cromata e battitacco dedicato. Anche questa variante abbina un set di cerchi in lega specifici.

RICALIBRATA Da una generazione all’altra, la Serie 1 cambia poi nei numeri. La naturale evoluzione la vede crescere in lunghezza (+8,5) centimetri, nel passo (+3 cm) e pure nel volume del bagagliaio, che va da un minimo di 360 litri (30 in più di prima) a un massimo di 1.200, se si abbatte l’intero divanetto posteriore (che, come optional, è disponibile in versione frazionabile). Riviste anche le misure delle carreggiate: quella anteriore cresce di 5,1 cm e quella posteriore di 7,2.

SALVADANAIO La nuova Serie 1 si potrà guidare in tre differenti modalità grazie a tre mappature selezionabili: Confort, Sport ed Eco Pro. Quest’ultima, da azionare con un tasto posto vicino al cambio, incoraggia uno stile di guida il più possibile parco ottimizzando non solo le prestazioni del motore, ma anche il funzionamento di altri dispositivi, come ad esempio il clima. Un assist a una guida meno dispendiosa lo dà anche l’indicatore di cambiata, altra new-entry sulla serie 1, e lo start&stop abbinato a tutte quante le motorizzazioni della gamma.

DUE PIU' TRE Su quest’ultimo fronte, la seconda generazione porta in dote un 1.6 benzina declinato in due inedite potenze: da 135 cv (per la 116i) e 220 Nm di coppia e da 170 cavalli e 250 Nm di coppia (per la 118i). I diesel invece sono tre e, dalla base comune del 4 cilindri 2.0 di Bmw, si declinano in tre differenti potenze: 116 cv (116d), 143 cv (118d) e 184 cv (120d). In futuro è prevista l’aggiunta della versione 116d Efficient Dynamics che dichiara consumi ridotti addirittura a 3,8 litri ogni 100 km. Per tutti i motori, di serie, c’è il cambio manuale a 6 marce; l’alternativa (a richiesta) è l’automatico a 8 marce.  


TAGS: Tutte le auto in arrivo nel 2011