Autore:
Paolo Sardi

SECONDA IDENTITA' Nei polizieschi spesso non è così ma qui due indizi fanno una prova. Il nome March sulla targa al posto di Micra e il volante nella parte destra dell'abitacolo dimostrano inconfutabilmente che la macchina che si vede nelle foto è destinata al mercato giapponese. Ciò non toglie però che meriti comunque un po' di attenzione, perché non è detto che un domani - nel 2014 - una Nissan Micra Nismo o Nismo S non possa calcare anche le nostre strade. L'immagine della piccola del Sol Levante ne avrebbe vantaggio.

SEGNI PARTICOLARI Occhi dunque bene aperti su questa coppia di Nissan March messa giù da guerra, declinata appunto in due varianti, Nismo, con motore tre cilindri 1.2 e cambio CVT, e Nismo S, con un cuore 1.5 quattro cilindri da 116 cv e 156 Nm abbinato a una trasmissione manuale a cinque marce. Proprio la Nismo S è chiaramente quella più interessante e si riconosce esternamente per i paraurti più grintosi, le minigonne, i cerchi da 16" gommati 205/45 e per le coppe degli specchi rosse, in contrasto con la carrozzeria nera, bianca o argento. All'interno e dettagli esclusivi sono invece i sedli e il volante sportivi, la grafica della strumentazione con scale riviste e la pedaliera in metallo. Per lei si parla anche di un impianto frenante potenziato e di un assetto con molle e ammortizzatori più rigidi.


TAGS: nissan micra nismo nismo s