Autore:
Luca Pezzoni

COCOON In mezzo al volgo automobilistico esiste ancora spazio, tempo e gusto per appagare i sensi. Lo dimostra Nissan con la Intima, la cui dichiarazione di intenti è arrivare dritti al cuore, e un domani al portafoglio, del bon vivant. Nissan ci prova, con una vettura moderna che pare uscire dal mondo dei sogni. Un esempio? Le porte che si squadernano: fanno immagine ma consentono anche di accedere all'abitacolo senza fatica. Come il sedile del passeggero girevole che coccola e agevola l'ingresso, evitando contorcimenti.

MEMORIE TEUTONICHE La linea riecheggia memorie stilistiche di nobili casati teutonici, specie al posteriore, non foss'altro per la distribuzione delle masse (classicamente a tre volumi), il cofano bislungo e un arco appena corretto a disegnare l'abitacolo, ma non mancano i dettagli d'autore. E allora spazio a due occhi anteriori che sembrano "tagliati" in verticale da un cesellatore di diamanti; al tetto panoramico che buca gli spazi e pareggia il conto tra lamiere e trasparenze, e alle superfici levigate che lasciano spazio a limitate prese d'aria. Solo cerchi acchiappaocchi e ruotone extralarge parlano il linguaggio muscolare. Quanto all'apertura completa della fiancata, come in molti, troppi, prototipi, viene difficile pensare che non arriverà mai a proporla.

SPOT ILLUMINATI Negli interni, lo studio delle luci, delle trasparenze e dei punti luce arriva a creare giochi in chiaroscuro che coccolano le pupille e i sensi. Come l'apparire dal nulla della strumentazione o i gusci dei sedili rastremati. Obiettivo dichiarato dei progettisti? Ricreare sensazioni non solo di comfort ma anche di benessere interiore. Misure sovrabbondanti, come la mensola su cui appoggiare il braccio e morbida come il sofà della nonna, completano il dipinto.

OGNUNO PER SE' Non manca la sofisticazione tecnologica, mai fine a se stessa. Il clima quadrizona ad esempio, con sensori a infrarossi, riuscirà ad accontentare i fanatici del gelo ad oltranza come i salutisti dell'aria non contraffatta. Ad ognuno il suo, con probabili sbalzi di temperatura da un sedile all'altro.

SCUDO SPAZIALE? No, scudo sicuro, piuttosto. Il sistema di visione panoramica con quattro telecamere (primizia Nissan) aiuterà ad evitare il più piccolo graffio sulla carrozzeria o aggressioni da parte di pedoni nascosti, mentre il sistema di controllo della distanza soccorrerà eventuali incertezze umane nella guida. Aiutata dalle solite batterie di airbag e strutture deformabili in caso di crash. Approccio interessante e futuribile che vede nel sistema integrato di diverse soluzioni l'innalzamento del livello complessivo di protezione.

C'E' ANCHE IL PROPULSORE Nissan non si dilunga su motori e carburanti. Con nonchalance dichiara che sotto il cofano alberga un semplice V6 diesel, silenzioso e che non inquina (troppo) l'ambiente. Meglio fidarsi. Cavalli da ippodromo ed esagerazioni da sprinter non abitano qui.Sensazioni tattili, visive, olfattive, quasi intime, invece sì.





















TAGS: speciale salone di tokyo 2007 nissan intima