Autore:
Luca Cereda

PASSISTA Per arrivare alla cima ci vuole un bel passo. Chi scala montagne lo sa bene, ma stavolta il trekking c’entra poco. Anche se, tra il serio e il faceto, di passo di Cima (con la maiuscola) ci troviamo a parlare: si chiama infatti così l’ammiraglia Nissan realizzata sulla base della Infiniti M35hL a passo lungo e presentata in occasione del salone di Pechino 2012. La Nissan Cima è riservata al mercato giapponese dove non è prevista la commercializzazione della Infiniti M35hL.

REBADGE Lunga 5,1 metri, e con un passo che si ferma a quota 3,05 metri, la Nissan Cima è uguale sputata la gemella Infiniti, fatta eccezione esclusivamente per calandra e paraurti, che nella versione Nissan hanno un taglio meno sportivo, forse più di rappresentanza. Per il resto la ricetta è sempre la stessa, e anche negli interni le differenze sono minime. L’arredamento nel complesso è lussuoso e tendente al genere “limo”, dove l’unico optional non incluso di serie sembra essere giusto lo chauffeur.

CIMANCHEREBBE Come motore anche la Cima –in vendita da fine maggio- potrà contare sul sistema ibrido composto dal V6 3.5 litri da 306 cv della casa abbinato ad un motore elettrico, capaci di una potenza combinata di 370 cavalli. Il cambio è di tipo automatico a sette marce. Nissan conta di vendere, solo in Giappone, circa 1000 Cima all’anno: escluse a priori ogni possibilità di vederla in Europa o negli USA. Il prezzo (convertito in moneta nostrana) dovrebbe aggirarsi intorno ai 68.000 euro.      


TAGS: nissan cima 2012