Autore:
Luca cereda

SENTIRSI A CASA Lo dice la storia: gli States sono tradizionalmente un terreno di caccia per le coupé giapponesi. E, manco a farlo apposta, Nissan ha scelto il Chicago Auto Show come palcoscenico per lanciare la 370Z 2013. Un restyling, nulla di più, al quale molti forse rimarranno insensibili. Non gli appassionati del genere, però. Quelli già si scannano commentando ogni singola mossa della matita dei designer. E allora vediamo cos’è cambiato su questa Nissan 370Z 2013.

FOSSETTE I fari sono sempre a boomerang, così come le luci posteriori, ma sotto spuntano due fossette che prima non c’erano. Sono le luci diurne a LED verticali, new entry della Nissan 370Z 2013, che nelle prime foto brillano come il dente d’oro di Joe Pesci in Mamma ho perso l’aereo. Sorride, dunque, la 370Z, forse un filo meno agguerrita di prima. La sensazione la danno le fossette, certo, ma anche il nuovo disegno della calandra, con meno superficie in tinta con la carrozzeria che produce l’effetto bocca allargata.

STESSI CAVALLI Passando dietro, l’operazione inversa la fa il deflettore: era nero, ora si è tinto del colore della carrozzeria. E le novità estetiche bene o male finiscono qui, se si eccettua la rinnovata gamma di cerchi 19’’ e da 18’’ (per la coupé) disponibili a catalogo, nonché le nuove tinte per la carrozzeria tra cui quella rosso magma di cover. Dal punto di vista tecnico è stata invece messa a punto una taratura degli ammortizzatori più incline ai palati europei; nel motore, però, i cavalli del V6 3.7 litri sono fermi a 332.

MUSICA, MAESTRO! Ci saranno nuove opzioni per gli allestimenti e nuovi optional, quello sì. Ad esempio per quanto riguarda il pacchetto Sport, munito di pinze-freno rosse, e per il pacchetto-Bose, che offre una versione premium con due altoparlanti supplementari e due subwoofer. Se coupé, la Nissan 370Z 2013 si potrà avere con cambio manuale a 6 marce o automatico a 7 rapporti, indifferentemente che si opti per la versione standard o quella Touring. Sulla roadster, invece, il cambio manuale è riservato alla versione Touring.

EFFETTO-NISMO E la versione Nismo? Non mancherà nemmeno quella, nella release post restyling. La terza variante, la più sportiva della 370Z, sarà come al solito caratterizzata da un look più corsaiolo chiaramente riconoscibile dalla carrozzeria, ma soprattutto da modifiche al comparto tecnico. Tra queste uno scarico più prestazionale e un cambio manuale dai rapporti corti. I cavalli? Dai 332 della versione di serie, salgono a 350 dopo il tuning.  


TAGS: nissan 370z 2013