Autore:
Luca Cereda

A SCANSO DI EQUIVOCI Nel caso vi siate chiesti che cosa ci sta a fare la sigla GT nel nome di questa concept, sciogliamo subito il dubbio: stavolta GT sta per Ground Tourer. Un modo come un altro per dire che, con questa Mitsubishi GT-PHEV, potete andare ovunque, anche fuoristrada. C'è infatti una trazione integrale permanente ma, come suggerisce la sigla nel nome, anche un cuore ibrido.

AUTONOMIA Sarà lei la novità principale di Mitsubishi al prossimo Salone di Parigi. La Mitsubishi GT-PHEV ha tre motori. Uno termico, che muove l'assale anteriore, e due elettrici al posteriore. Quanta potenza eroghi in tutto il sistema, non è dato sapere; in compenso, Mitsubishi dichiara per questo nuovo PHEV un'autonomia in solo elettrico di 120 km. Cui vanno aggiunti altri 1100 km percorribili grazie alla riserva di benzina nel serbatoio e al motore termico.

UN GIORNO SARA'... Quanto allo stile, la Mitsubishi GT-PHEV dovrebbe dettare le linee del futuro suv top-di-gamma della Casa giapponese. Una tesi supportata dagli interni, che in questi rendering ancora non si vedono. Si parla però di rivestimenti in pelle Burgundy, ampia connettività e dotazioni high-tech: insomma, tutto quello che un giorno troveremo nella futura ammiraglia Mitsu.  


TAGS: auto ibride auto ibride plug-in salone di parigi 2016 mondial de l'automobile 2016 novità salone di parigi 2016 Mitsubishi GT-PHEV Concept