Autore:
Gilberto Milano

VERO O FALSO? Venerdì le prime foto ufficiali sfuggite alle strette maglie mediateche anglo-tedesche; ieri la fuga di tutte le foto della cartella stampa e oggi, domenica, la diffusione della cartella stampa ufficiale da parte della Mini stessa. L'ennesima vendetta delle Rete contro i tempi programmati dello spogliarello della Mini Clubman? Probabile, ma potrebbe anche trattarsi della gestione calcolata della fuga di notizie per dare il massimo clamore al lancio della Clubman. Soprattutto dopo il fenomenale successo mediatico raccolto dalla Fiat 500 e la conseguente corsa all'acquisto, che potrebbero aver costretto la Casa anglo-tedesca a correre ai ripari.

TUTTO E SUBITO Tutto è possibile, anche se la diffusione domenicale della intera cartella stampa da parte della Mini lascia pensare più a una decisione costretta dagli eventi che a un calcolo strategico. In ogni caso, meglio così: ora possiamo sapere subito quello che le strategie di comunicazione ci avrebbero propinato a spizzichi e bocconi fino all'inaugurazione del Salone di Francoforte, il 13 settembre.

PRIME CERTEZZE Eccola allora la tanto attesa Clubman. In foto l'avete già vista (da ieri anche in formato wallpaper, che ripubblichiamo a fondo pagina) e da oggi si conoscono anche misure, motori, prezzi e tempi di arrivo. Tanto per iniziare, il lancio ufficiale al pubblico avverrà il 10 novembre prossimo, con tre motori, 40 abbinamenti di colore e prezzi da 21.400 a 25.800 euro. Ma vediamola più in dettaglio.

SI ALLUNGA Sull'estetica non c'è nulla da aggiungere: ha cinque porte, di cui una supplementare sul lato destro chiamata Clubdoor, che si apre controvento per favorire l'accesso ai sedili posteriori ed è sbloccabile solo quando la porta anteriore è aperta; due dietro in alternativa al portellone (si chiamano Splitdoor) anche loro con apertura ad armadio, e quattro posti. E da oggi sono ufficiali anche le nuove misure: la Clubman è più lunga della Mini normale di 24 cm (sono 394,5 cm in totale), mentre mantiene la stessa larghezza (168,3 cm) e altezza: 142,6 cm.

PIU' COMFORT Il passo è cresciuto di otto centimetri (254,7 cm), tutti a favore del comfort di chi siede dietro, e il volume del bagagliaio è più ampio di 100 litri con i sedili posteriori alzati (da 160 passa a 260 litri) mentre cresce di 250 litri con i sedili posteriori abbattuti, arrivando a un massimo di 930 litri di capienza.

COOPER S CLUBMAN Tre i motori disponibili: i due a benzina e il turbodiesel già disponibili sulla Mini. La più potente è la Mini Cooper S Clubman, che monta il quattro cilindri a benzina con turbocompressore Twin-Scroll e iniezione diretta di benzina, 1.598 cc di cilindrata, 175 CV a 5.500 giri/min, 240 Nm tra 1.600-5.000 giri (260 Nm con Overboost), un tempo di accelerazione (0-100 km/h) di 7,6 secondi, 224 km/h e una percorrenza media prossima ai 16 km/l, con emissioni di CO2 di 150 g/km. Con i suoi 25.800 euro di listino la Clubman Cooper S è la più cara delle tre.

CLUBMAN La più "economica" è invece la Mini Cooper Clubman, dotata di motore 1.6 con variatore di fase Valvetronic, 120cv a 6.000 giri, 160 Nm a 4.250 giri, 9,8 sec per a accelerare da 0 a 100 km/h e 201 km/h di velocità massima. Alta la percorrenza meda, con oltre 18 km/l e bassa la produzione di CO2, contenuta a 132 g/km. La Clubman ha un prezzo di 21.400 euro chiavi in mano.

COOPER D CLUBMAN La più richiesta sarà quasi certamente lei, la Mini Cooper D Clubman, che monta il turbodiesel Common-Rail di 1.560cc e turbina a geometria variabile capace di 110 cv a 4.000 giri/min, 240 Nm tra 1.750-2.000 giri/min (260 Nm con Overboost), un tempo di accelerazione (0-100 km/h) di 10,4 secondi, 193 km/h e una sorprendente percorrenza media di oltre 24 km/l. Da record il valore delle emissioni di CO2, con 109 g/km. Il tutto per un prezzo di listino di 22.900 euro.

START /STOP Tutte le versioni con cambio manuale saranno inoltre dotate della nuova funzione Auto Start/Stop per ridurre al minimo consumi ed emissioni. Non appena la leva del cambio viene spostata nella posizione di folle con contemporaneo rilascio del pedale della frizione il sistema spegne automaticamente il motore. Per riavviarlo sarà sufficiente premere il pedale della frizione. Un altro contributo al risparmio di carburante arriva dall'indicatore di cambiata ottimale, che segnala il momento migliore per cambiare marcia.

STESSO TETTO Tutto il resto, sistemi di controllo e di sicurezza, dotazioni e personalizazioni restano quelli già noti nel mondo Mini. Unica differenza, i terzi montanti e i paraurti della Clubman, caratterizzati da colori di contrasto corrispondenti a quelli della vernice del tetto, di serie in argento o nero. A richiesta il tetto della Mini Clubman può essere fornito nello stesso colore della carrozzeria.


GUARDALA DA VICINO










































TAGS: mini clubman le foto e i prezzi ufficiali salone di francoforte 2007