Autore:
Paolo Sardi

VITA DA STAR Al Salone di Francoforte la Mercedes SLS AMG Roadster è stata una tra le auto più ammirate e il suo book fotografico è tra i più cliccati della rete. Per deliziare ancor di più il palato fine degli appassionati a Stoccarda hanno quindi deciso di diffondere un'altra infornata d'immagini. Meglio guardarsela bene, perché non capiterà spesso di trvarsene davanti una in strada.

TRIPLO STRATO La Mercedes SLS AMG Roadster perde chiaramente le tipiche ali di gabbiano e il tetto di metallo. Al loro posto spunta una capote in tela a tre strati dal taglio molto attillato, che non sporca affatto la pulizia della linea. La sagoma resta dunque quella nota, con il cofano lungo e la coda corta e massiccia. La capote dispone di lunotto in cristallo e si ripiega a Z in un tempo di soli 11 secondi, un’operazione che può essere fatta anche in movimento, fino a una velocità di 50 km/h.

TENUTA STAGNA  La sua realizzazione ha imposto all’AMG e alla Mercedes una serie praticamente infinita di test. Il meccanismo di apertura è stato provato e riprovato 20.000 volte, mentre la tenuta, all’acqua come alla polvere, è stata verificata in 16 diverse situazioni con l’utilizzo del know how e delle strutture del del Mercedes Technology Center, oltre che sul campo, come ad esempio nelle zone desertiche vicino a Laredo, in Texas.

INTERVENTI MIRATI Un altro banco di prova molto probante durante lo sviluppo, che per la seconda volta è stato portato avanti dalla AMG in autonomia rispetto alla Mercedes, è stato il Nürburgring. Qui la Mercedes SLS AMG Roadster ha percorso circa 10.000 km in condizioni spesso estreme e a pieno carico, mettendo alla frusta freni, sospensioni e telaio. Quest’ultimo è stato al centro del lavoro dei tecnici, per mantenere inalterate la rigidità e le doti di guidabilità nel misto. Rinforzi sono stati inseriti a livello della traversa dietro la plancia, dei montanti del parabrezza e nel tunnel centrale, oltre che nella zona del serbatoio, contendo comunque l’aumento del peso in giusto una manciata di chili.

CONTINUA Visto che la Mercedes SLS AMG Roadster è destinata a un pubblico esigente, non è stato lasciato al caso nemmeno l’impianto stereo. L’asportazione del tetto e la necessità di trovare spazio per la capote ripiegata ha imposto il riposizionamento del Subwoofer da 250 Watt dell’impianto Bang & Olufsen BeoSound. Non ci sono invece novità di rilievo sul fronte meccanico, con la conferma in toto del motore V8 6.2 da 571 cv, che porta anche la SLS AMG Roadster a una velocità massima di 317 km/h


TAGS: prossimamente mercedes sls amg roadster review Tutte le auto in arrivo nel 2011 Salone di Francoforte 2011: l'elenco aggiornato