Autore:
Paolo Sardi

STRAORDINARI Ultimamente gli straordinari devono pesare un bel po' sul bilancio della Mercedes. A Stoccarda nell'ultimo periodo paiono essere in una specie di trance creativa, visto il gran fermento di novità e restyling apparsi in questi mesi. Tra l'altro il settore su gli ingegneri pare si siano concentrati di più è quello delle sportive: dopo SLK e CLC, tocca ora alla SL rifarsi il trucco.

CITAZIONI DOTTE Così come la sorellina, la SL sfoggia un look a freccia, messo in risalto dal nuovo aspetto del frontale. L'edizione 2008 attinge più che mai alla storia Mercedes e ha molti punti in comune con la 300 SL del 1954. Gli esempi vengono dall'ampia mascherina con una lamella singola, dalle branchie che si aprono sul parafango alle spalle delle ruote anteriori e dalla doppia cresta (powerdome, per dirla all'inglese) che solca per la lunga il cofano motore. I fari hanno un taglio elaborato, più geometrico verso il centro e più tondeggiante e allungato verso i fianchi, e accentuano l'impressione di larghezza del muso. In coda tiene invece banco il diffusore che occupa la parte centrale del paraurti, in cui sono incastonati anche i terminali di scarico trapezoidali.

AL CALDUCCIO Nell'abitacolo sono protagonisti assoluti i sedili, molto imponenti e che possono essere equipaggiati a richiesta delsistema Airscarf, apparso per la prima volta nel 2004 nel listino SLK. Come la traduzione letterale "sciarpa d'aria" lascia intuire, si tratta di uno sviluppo del sistema di riscaldamento che prevede la presenza di bocchette nei poggiatesta per scaldare il collo di chi volesse viaggiare scoperto anche con temperature siberiane. Tra le novità figurano anche il volante multifunzione a tre razze e una strumentazione dalla grafica più sportiva.

SI FA IN QUATTRO La gamma 2008 si compone di quattro motori. Quello d'accesso equipaggia la SL 280 ed è un V6 da 231 cv e 300 Nm. Lo step successivo è rappresentato dal V6 3.5 della SL 350, che è quello che si è più profondamente rinnovato in concomitanza con il restyling. La sua potenza sale del 16% e tocca quota 315 cv, con la coppia che passa da 350 a 360 Nm e il regime massimo di rotazione che lievita fino ai 7.200 giri. A completare la gamma ci sono poi la SL 500, con un V8 da 388 cv, e la SL 600, con un V12 da 517 cv. Oltre che per i loghi specifici, quest'ultima si distingue anche per un equipaggiamento particolarmente ricco, che comprende interni in nappa, finiture in pioppo e chiave elettronica.

SU MISURA L'elenco delle opzioni si presenta quanto mai ricco. Si va dall'Intelligent Light System, che gestisce in modo appunto intelligente i fari bixeno (loro invece di serie), al "direct steering", che rende le risposte al volante più pronte, passando per diavolerie multimediali con hard disk da 40 GB per la cartografia del navigatore e uno spazio di 4 GB per i soli brani musicali. Quanto basta insomma per ritagliarsi la propria SL su misura, complice l'ampio assortimento di colori e rivestimenti.


TAGS: mercedes sl 2008 salone di ginevra 2008