Autore:
Andrea Rapelli

ADDIO ML Il Salone di New York 2015 si avvicina e, con lui, arrivano pian piano novità sempre più succose: ora è la volta della Mercedes GLE, profonda rivisitazione della ML. Pronta per battagliare con Audi Q7, BMW X5, Range Rover, Porsche Cayenne...

BENVENUTA GLE Nessun volo pindarico nel look: la Mercedes GLE, pur riprendendo alcuni stilemi della sorellina GLE Coupé, rimane sul classico. Rispetto alla ML, a cambiare sono il frontale, ingentilito, e qualche tratto della coda, con gruppi ottici a Led e scarichi integrati nel fascione.

IBRIDA(MENTE) La vera novità, sotto il cofano, sta tutta nel sistema ibrido plug-in, che debutta per la prima volta su una Suv Mercedes. Si tratta della GLE 500 e 4Matic, che sviluppa – grazie al V6 Bluedirect biturbo benzina da 333 cv e al modulo ibrido da 116 cv – ben 442 cv totali, con consumi medi dichiarati pari a 3,3 l/100 km. Gli affezionati del nettare ottanico possono invece contare sulla GLE 400, mossa dal V6 3 litri biturbo da 333 cv e sulla GLE 500, V8 da 4.6 litri e 435 cv.

FAMIGLIA DIESEL Ben più appetitose le Mercedes GLE 250d (a trazione posteriore), 250d 4Matic e 350d 4Matic: la 250 nasconde sotto il cofano il 4 cilindri da 2.1 litri e 204 cv, il V6 turbodiesel della 350 raggiunge invece quota 258 cv. Per tutte, al debutto il nuovo cambio automatico a convertitore di coppia 9G-Tronic, con 9 rapporti e differenziale centrale bloccabile (optional).

HAI DETTO AMG? Naturalmente, non potevano mancare le varianti pompate da AMG: la Mercedes-AMG GLE 63 e 63S. Se la prima mette sul piatto il V8 biturbo da 557 cv (0-100 in 4,3 secondi), la seconda stupisce con 585 cv. Entrambe sono limitate a 250 km/h ma, con l'AMG Drivers Package, arrivano tranquillamente a 280 km/h. Può bastare?


TAGS: