Autore:
Giulia Fermani

LA GAMMA E’ SERVITA Fino ad oggi c’era la Mercedes Glc 43. Ora, a scalpitare dietro i cancelli dagli stabilimenti di Affalterbach pronte ad aprire il gas su strada ci sono anche le nuove Mercedes AMG GLC 63 e GLC 63 Coupé (anche in versione S). Per entrambe le SUV, al debutto al prossimo Salone di New York, sotto il cofano romba un taurino V8 biturbo di 4.0 litri. Ordinabili già da metà giugno, le sorelle GLC inizieranno a essere consegnate intorno al prossimo settembre.

CANTA COME UN USIGNOLO Il V8 biturbo a iniezione diretta di benzina che equipaggia le nuove Mercedes-AMG GLC 63 S  e GLC 63 S Coupé è lo stesso già visto su Mercedes-AMG GT e C 63 AMG e, anche in questo caso, è disponibile sia nella versione normale da 476 cv e 650 Nm sia in quella ancora più cattiva S, capace di erogare fino a 510 cv (si, proprio come l'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio) e 700 Nm di coppia. Entrambe le versioni consentono di raggiungere una velocità massima di 250 km/h (limitata elettronicamente) e, rispettivamente, di coprire lo 0-100 Km/h in 4 e 3,8 secondi.

POTENZA SOTTO CONTROLLO Il motore V8 è abbinato al cambio automatico Speedshift Mct a nove rapporti (lo ricorderete, forse, come equipaggiamento della Mercedes-AMG E63 presentata lo scorso novembre al Salone di Los Angeles) che assicura tempi di innesto e di risposta estremamente ridotti: sapevate che consente anche di scalare più marce contemporaneamente e rapidamente? La trazione è l'integrale 4Matic+ Performance AMG con ripartizione della coppia completamente variabile e differenziale autobloccante sull'asse posteriore, elettronico per la variante più prestazionale S.

SPOILERINO SUL TETTO ANCHE PER IL SUV I nuovi modelli in gamma sono facilmente riconoscibili dalla presenza, all’anteriore, della mascherina Panamericana AMG, finora riservata alla famiglia delle AMG GT e cerchi di lega leggera da 19, 20 o 21 pollici con tanto di pinze freno rosse, giusto per non farsi mancare ulteriore cattiveria, già assicurata dai larghi passaruota anteriori e posteriori. Le prese d'aria inferiori sono generose mentre il lato B, con paraurti bombato e diffusore nero zigrinato, sfoggia i classici terminali di scarico squadrati a quattro uscite.

CATTIVA DENTRO E FUORI All’interno lo spirito sportivo non si stempera, anzi: i sedili sportivi sono di serie, la plancia portastrumenti è rivestita in pelle nera con cucitura a contrasto e un po’ ovunque sono sparsi elementi decorativi in alluminio.  Per la versione S, poi, il volante Performance è di serie in pelle nappa nera. Accanto al touchpad il selettore dei programmi di marcia Dynamic Select AMG e l'ESP regolabile su tre livelli.

DNA AMG Se tutto quanto letto finora non vi basta, sappiate che ci osno anche le sospensioni pneumatiche​ Airmatic a tre camere ( che possono attivate o disattivate singolarmente  per modificare la rigidità delle molle pneumatiche) e impianto frenante con dischi forati da 390 mm. Per finire, sono quattro i programmi di marcia Dynamic Select AMG disponibili: Comfort, il più equilibrato, Sport e Sport Plus, per una grande dinamica di marcia , Individual e Race, quest’ultimo solo per  Mercedes GLC 63 S 4MATIC+.

EDITION 1 Per il lancio è pronto il modello speciale Edition 1: Mercedes-AMG GLC 63 4MATIC e GLC 63 S 4MATIC sono disponibili sia come Suv che come coupé, con carrozzeria Night in nero lucidato a specchio e strisce sportive, giallo o grigio grafite opaco a seconda del colore della verniciatura e del modello, sulle fiancate di vettura. Per questa versione cerchi fucinati da 21 in nero opaco a razze incrociate e bordi gialli o con finitura a specchio.

 


TAGS: video salone di new york Salone di New York 2017 Mercedes-AMG GLC 63 4MATIC+ mercedes glc 63 amg mercedes glc 63 amg coupé new york international auto salon