Autore:
Luca Cereda

VITA NUOVA Dimenticate pure la vecchia GLK, con tutti i suoi spigoli, misure compatte e quella sua spiccata personalità derivata da uno stile unico nel suo genere. Con questa Mercedes GLC, sua erede, si volta pagina. Perché se la prima agiva da battitore libero, la seconda va a inserirsi invece in una vera e propria famiglia di suv (con GLA e GLE), che prende corpo. In tutti i sensi.

ALLUNGATA La nuova suv media della Stella guadagna quasi una taglia, allungandosi di 13 centimetri fino a quota 466. Buona notizia, cotanto stretching finisce soprattutto nel passo, cresciuto di 11 centimetri, a tutto vantaggio dell’abitabilità. Ma anche le nuove linee, ora più morbide e tondeggianti, con un posteriore molto spallato che ricorda da vicino la GLA, staccano l’immagine della GLC da quella della GLK. Un’immagine che può essere più sportiva o più offroad a seconda del paraurti scelto, mentre parafanghi generosi abbracciano cerchi da 20’’ e sottolineano i muscoli con bordature nero opaco.

CARICA! Tutti nuovi gli interni, ri-arredati sullo stile degli ultimi modelli Mercedes. Sul tunnel centrale c’è ora un touchpad per comandare l’infotainment, ma ai più prosaici interesserà soprattutto il dato relativo al bagagliaio, cresciuto sensibilmente: si va da un minimo di 580 a un massimo di 1600 litri, per un guadagno – a pieno carico di passeggeri – di 80 litri. Cambiando discorso, le sospensioni Air Body Control (optional alternativo all’Agility Control) si preoccupano invece di migliorare il comfort di guida, e in base ai settaggi selezionati col Dynamic Select regola tanto il molleggio quanto l’altezza da terra (-1,5 in nella driving mode più sportiva) in modo da assorbire meglio le buche. Sempre nell’ottica di poter avere una GLC più stradale o più fuoristradistica a seconda dei gusti, con il Pacchetto Tecnico Offroad l’altezza da terra cambia ancora (+5 cm) e le sospensioni si ammorbidiscono.

CUORE VERDE Al capitolo motori, la novità più importante è senza dubbio l’inedita variante ibrida. La GLC 350 4Matic può contare su un 2.0 da 211 cv e un elettrico da 116 cv abbinati al cambio 7G-Tronic Plus, 560 Nm di coppia complessivi e un’autonomia di 34 km viaggiando in elettrico, trattandosi di un’brida plug-in. Per i tradizionalisti restano una variante a benzina, la GLC 250 da 211 cv, e due alternative a gasolio: GLC 220 d da 170 cv e 400 Nm di coppia e GLC 250 d da 204 cv e 500 Nm. Tutte e tre con 4Matic e cambio automatico a 9 marce di serie.  


TAGS: salone di francoforte iaa mercedes glc Salone di Francoforte 2015 salone di francoforte 2015: tutte le novità iaa 2015