Autore:
Luca Cereda

IN DUE TEMPI Come sempre è questione di tempo, e in genere ce ne vuol poco. Ogni volta che Mercedes sforna un modello nuovo, pochi mesi dopo tocca al suo omologo da sparo. Per la Mercedes GLA 45 AMG la gestazione richiede due momenti: l’anteprima di una concept , già avvenuta allo scorso Salone di Los Angeles, praticamente finita ma caricata di effetti speciali, e, tra qualche giorno, il debutto della versione di serie al Salone di Detroit.   

COM’E’ Il look definitivo della Mercedes GLA 45 AMG perde alettone, adesivi e cerchi da 21” ma è lungi dall’essere noioso. Per convincersene basta guardare le maxi prese d’aria del fascione anteriore, il doppio scarico sportivo (disponibile anche della linea AMG Performance) e la mascherina di foggia corsaiola, caratteristica dei modelli AMG. Quanto ai cerchi, sulla GLA 45 AMG si possono avere da 19’’ e da 20’’. Per gli interni, rivestimenti in pelle e microfibra per i sedili e finiture in alluminio spazzolato sulla plancia.

CHE NUMERI! Tutto ciò passerebbe in secondo piano, però, se sotto il cofano della Mercedes GLA 45 AMG non ci fosse un motore duemila turbo da record per un’auto di serie. Roba da 360 cv e 450 Nm di coppia: lo abbiamo già visto sulla Classe A 45 AMG e sulla CLA 45 AMG. E ora si prepara a mettere del pepe sui vostri viaggi in montagna col piccolo suv della Stella, forte di un’accelerazione 0-100 km/h in 4,8” e della trazione integrale 4Matic AMG di serie.

PRONTI AL LAUNCH Anche l’assetto non è quello di una GLA tradizionale. Tanto le sospensioni anteriori McPherson quanto le posteriori multilink godono di una taratura ad hoc, così come il servosterzo e l’ESP (da impostare su tre differenti livelli d’intervento). Si guida in tre modalità: una più orientata a contenere i consumi, una più sportiva e una neutrale. A ottimizzare le prestazioni contribuisce anche la funzione Race Start, nientemeno che un launch control per il cambio a doppia frizione 7G-Dct della Mercedes CLA 45 AMG.


TAGS: salone di detroit 2014 mercedes gla 45 amg