Autore:
Paolo Sardi

FORMA E SOSTANZA Dopo tre anni e mezzo anni di onorata carriera, durante i quali è stata venduta in oltre 17.000 esemplari tra versioni berlina e station wagon, la Mercedes C63 AMG si concede un piccolo lifting. L’aggiornamento estetico arriva accompagnato da numerose migliorie che promettono un abbassamento dei consumi e un maggior piacere di guida. In attesa di poter toccare la macchina con mano al Salone di Ginevra e di vederla poi su strada nel corso dell’estate, diamo quindi uno sguardo alle novità del model year 2011.

STELLA POLARE Le principali differenze tra la Mercedes C63 AMG 2011 e l’edizione precedente si concentrano nel frontale. Qui si nota una nuova griglia, che ospita al centro una stella a tre punte più grande. Nella parte bassa cambia la forma delle prese d’aria e dello spoiler inferiore, mentre ai lati i fari guadagnano lenti più chiare, che mettono in particolare risalto le eventuali luci adattive ILS, offerte in opzione.

HIGH TECH Lasciando correre lo sguardo lungo la fiancata, s’incontrano gl’inediti cerchi a cinque razze che calzano pneumatici anteriori 235-40/18 e posteriori 255-35/18. In coda gli occhi cadono invece sul nuovo diffusore, che ospita due terminali di scarico cromati ed è movimentato da tre “pinnette” che puliscono i flussi d’aria. Nell’abitacolo  si rinnovano il cruscotto, che ospita un nuovo schermo TFT, e il volante sportivo multifunzione a tre razze. Tra le nuove dotazioni high tech svettano il sistema Comand Online, che per la prima volta permette il collegamento a Internet, e il navigatore capace di utilizzare i dati di Google Maps.

CAMBIA IL CAMBIO Sotto il nuovo cofano in alluminio è straconfermato il motore V8 da 6.208 cc con i suoi 457 cv erogati a 6.800 giri e i 600 Nm di coppia a 5.000 giri. A fargli da spalla arriva il nuovo cambio AMG Speedshift MCT dotato di sette marce e quattro programmi di funzionamento. Il pilota può scegliere tra la modalità C, (Controlled Efficiency) che snocciola una marcia dopo l’altra facendo scendere i consumi del 10% rispetto al passato assieme a una pompa del servosterzo più efficiente, e tra modalità più sportive: S, S+ e M. Con l’ausilio del sistema di assistenza alla partenza Race Start, la Mercedes C63 AMG 2011 scatta da o a 100 in 4,5 secondi (4,6 con carrozzeria SW) e solo l’intervento della centralina impedisce di superare i 250 km/h.

BIRRA A VOLONTA’ Chi volesse un po’ di birra in più, può ordinare la macchina con l’AMG Performance Package, che, grazie a pistoni forgiati, bielle e albero motore più leggeri, garantisce una maggior rapidità nel salire di giri. Sul banco il guadagno è di 30 cv e si traduce in un tempo inferiore di un decimo nella prova di accelerazione. Il kit arriva a braccetto con freni in materiale composito, uno spoilerino in carbonio per il cofano bagagliaio (solo per la berlina) e un diverso volante, con la zona dell’impugnatura in Alcantara.

I PREZZI TEDESCHI La Mercedes C63 AMG 2011 arriva forte anche di un reparto sospensioni profondamente rivisto. Molti bracci sono rinforzati e la geometria è rivista, con un camber più negativo per migliorare il rendimento nelle curve in appoggio. A completare il quadro ci sono inoltre nuove molle e una barra stabilizzatrice posteriore maggiorata. Parlando infine di prezzi, la Mercedes C63 AMG 2011 è venduta in Germania nelle varianti berlina e familiare a 71.341 euro e 73.899 euro. Per le due versioni l’AMG Performance Package costa rispettivamente 7.166 e 6.472 euro.


TAGS: amg anteprima salone di ginevra 2011 c63 mercedes c63 amg Tutte le auto in arrivo nel 2011