Autore:
Luca Cereda

ESAGERATA Alla fine sono trecentosessanta cavalli tondi-tondi: sì, avete letto bene. Ben 60 in più della rivale Audi S3, in ogni caso una cifra astronomica per un 2.0 quattro cilindri di produzione. Se non è record poco ci manca e gli aficionados AMG già si fregano le mani. Sapendo anche che, per domare in sicurezza cotanta esuberanza, potranno contare sulla trazione integrale 4Matic. Tutto questo dopo che la Mercedes A 45 AMG avrà sfilato e Ginevra e avrà finalmente messo le ruote nelle concessionarie.

COME SI VESTE Scoppia come una bomba, l’ultimo segreto della Mercedes A 45 AMG. Giacché tra foto-spia, teaser e avvistamenti vari, il suo vestito era noto da un pezzo: mascherina Twin Blade, listello trasversale inserito nella grembialatura anteriore AMG, flic neri affiancano le ampie prese d’aria laterali, cerchi in lega AMG a doppie razze e rivestimenti sottoporta con inserti in grigio titanio opaco. Ma anche un impianto scarico sportivo con due terminali di scarico squadrati che promettono – a buon diritto- fuoco e fiamme. Senza contare, poi, tutte le opzioni personalizzazione che spaziano dai cerchi a 19 razze allo spoiler aerodinamico passando per le calotte specchi in fibra di carbonio. La lista completa è molto lunga.

SPARO FORTE Stavolta però l’estetica passa in secondo piano e la scheda tecnica chiede spazio (in calce la trovate completa). Le prestazioni, infatti, parlano di un’accelerazione da 0-100 in 4,6 secondi che per una compatta di serie – per quanto sportiva- sono cifre impressionanti. Velocità massima? Autolimitata a 250 km/h, of course. Mentre i consumi dichiarati li riportiamo giusto per dovere di cronaca: 6,9 l/100 km. La coppia massima, 450 Nm, è disponibile invece tra i 2.250 e i 5.000 giri/min.

SCARICO SPORTIVO O PERFORMANCE Di serie il motore può contare su uno scarico sportivo con tubi di larga sezione che eredita alcune soluzioni tecniche già introdotte dalla SLK 55 AMG. Caratteristica abbinata allo scarico Performance AMG, optional stavolta, è la funzione di doppietta automatica in scalata e l’interruzione dell’accensione e dell’iniezione  durante l’innesto del rapporto superiore a pieno carico, vezzi da puristi della guida al peperoncino.

ESP ON DEMAND Ad assecondare i pruriti più spinti ci pensa anche il cambio, il doppia frizione Speedshift DCT AMG tarabile su tre modalità di guida e munito di funzione RACE START per ottimizzare l’accelerazione. La Mercedes A 45 AMG ha poi un ESP anch’esso regolabile su tre livelli di intervento (all‘ on e off si aggiunge la modalità Sport Handling, dove l’ESP ritarda l’entrata in scena), sospensioni AMG (a bracci oscillanti all’anteriore, multilink a quattro bracci al posteriore), assetto con molle e ammortizzatori più rigidi, servoassistenza ad hoc e dischi freno autoventilanti e perforati da 350 x 32 mm all’avantreno e 330 x 22 mm al retrotreno.

EDITION ONE Al momento del lancio della Mercedes A 45 AMG la Casa proporrà un’edizione “Edition 1” dall’allestimento specifico. Il colore scelto per la livrea è il Bianco Cirrus, mentre elementi in rosso inseriti nella mascherina del radiatore, nei retrovisori esterni e nell’alettone posteriore, pinze dei freni rosse e i cerchi in lega a razze multiple AMG in nero opaco da 19’’ sono i clou estetici. Prezzi? Ancora presto per parlarne

Mercedes-Benz A 45 AMG

Cilindrata: 1.991 cm3
Alesaggio x corsa:
83,0 x 92,0 mm
Rapporto di compressione:
8,6:1
Potenza
: 265 kW (360 CV) a 6.000 giri/min
Coppia max:
450 Nm a 2.250 – 5.000 giri/min
Peso motore (a secco):
148 kg
Regime max
: 6.700 giri/min
Potenza specifica
: 133 kW (181 CV)
Pressione massima
: fino a 140 bar
Pressione di sovralimentazione massima
: 1,8 bar
Consumo di carburante NEDC combinato:
6,9 - 7,1 l/100 km
Emissioni di CO2
: 161-165 g/km
Norma sui gas di scarico
: Euro 6
Accelerazione 0-100 km/h:
4,6 s
Velocità massima:
250 km/h


TAGS: mercedes a45 amg Salone di Ginevra 2013, tutte le novità