Autore:
Luca Cereda

SI CORRE La McLaren 650S si mette giù da gara, scende in pista e vince subito. L’ultima versione pronto-pista della berlinetta di Woking ha debuttato in pista questo weekend guadagnandosi il gradino più alto del podio della 12 Ore di Bathurst, grazie a Shane van Gisbergen, Alvaro Parente e Jonathan Webb. Chi non frequenta le piste, invece, potrà vederla sui palchi del Salone di Ginevra 2016.

DIETA LEGGERA Tra tutte le novità sarà impossibile non riconoscerla. Orpelli aerodinamici come lo spoiler anteriore, l’estrattore, i flap e l’alettone posteriore ingigantiscono la presenza scenica della McLaren 650S GT3. Che, da brava atleta, per contenere il peso monta pezzi in fibra di carbonio e, dentro, spoglia l’abitacolo del superfluo per far posto a un solo sedile a guscio, volante estraibile, roll bar, estintore, controlli ausiliari e cinture di sicurezza a sei punti. Ovviamente il serbatoio non è di serie, ma tiene fino a 125 litri per affrontare le gare. Il motore, infine, è sempre il 3.8 V8 biturbo della 650S da strada, depotenziato per regolamento GT3 e abbinato a un cambio sequenziale a 6 marce. 


TAGS: motorsport mclaren salone di ginevra 2016 McLaren 650S GT3