Autore:
Luca Cereda

SGUARDO A LEVANTE Il classico restyling di metà carriera rilancia la Maserati Quattroporte nel segmento delle berlinone di lusso. E ora che la famiglia del Tridente si è allargata, la  Quattroporte porta segni, inequivocabili, del nuovo stile, inaugurato dalla concept Alfieri e proposto recentemente dalla suv Levante. Debuttano anche due inediti allestimenti, GranLusso e Gransport, disponibili per tutte le variante di motore e potenza a listino, che non cambiano rispetto al passato.

HIGH TECH Ad accentuare il family feeling è soprattutto la nuova griglia della Maserati Quattroporte, più grande e dai listelli cromati. Ma lo sguardo si incattivisce anche grazie a un paraurti più movimentato, mentre gli interni sono più high tech. E’ l’innesto del nuovo schermo da 8,4 pollici (predisposto per le interfacce Apple Car e Android Auto) a ridisegnare la parte centrale della plancia, la pulsantiera e la consolle centrale, dove spunta un unico pomellone di comando per l’infotainment. Infine, tutte le nuove Maserati Quattroporte avranno il sensore di qualità dell’aria, immancabile per un’auto di questo lignaggio.

QUALE PRENDO? Si potrà scegliere, poi, di guidare in un ambiente più lussuoso o più sportivo, scegliendo tra l’allestimento GranLusso e GranSport. Una Quattroporte GranLusso si riconosce anche dal design della fascia inferiore del paraurti, da un accenno di spoiler dai cerchi Mercurio da 20” e le pinze freno verniciate in colore nero. Gli interni sono firmati Ermenegildo Zegna, con rivestimento in seta sui sedili, sulle porte, sul cielo abitacolo e sulle pantine parasole. Completano il quadro la  finitura in Radica a poro aperto sulla plancia, volante in pelle con inserto in legno e dotazioni come la pedaliera a regolazione elettrica, la tendina parasole elettrica per il lunotto, l’impianto di climatizzazione quadrizona, i sedili posteriori riscaldabili.

TACCO 21 La versione GranSport spicca invece un’estetica più aggressiva. La fascia inferiore del paraurti si raccorda alla calandra con un tratto più aerodinamico, mentre il posteriore focalizza l’attenzione sugli scarichi e sull’estrattore con finitura Black Piano. I cerchi, qui, sono da 21 poillici, modello Titanio, e a richiesta la calandra si può avere con finitura color nero lucido. Anche gli interni, ovviamente, calcano l’accento sulla sportività. Con nuovi sedili, volante sportivo con palette del cambio in alluminio e alla pedaliera in acciaio.


TAGS: maserati quattroporte salone di parigi 2016 maserati quattroporte 2016 maserati quattroporte restyling novità salone di parigi 2016