Autore:
Luca Cereda

TEMPI MODERNI Ci sono voluti più di 8 anni ma alla fine la missione-Kubang è stata compiuta. Se è vero che la moda dei suv di lusso sta prendendo piede con forza adesso – proprio a Francoforte la Eterniti ha debuttato con la Hemera, e anche da Bentley si attende qualcosa del genere a breve, mentre la Infiniti ha presentato il Suv sportivo firmato da Vettel –, dall’altra parte va dato atto a Maserati di averci pensato con largo anticipo, quando al salone di Detroit del 2003 aveva presentato la prima versione della Maserati Kubang concept. Allora le mancò l’ultimo lasciapassare per la produzione, ora invece i tempi sembrano maturi perché il progetto passi in catena di montaggio.

IERI E OGGI Il suv del Tridente è atteso per il 2013. “Sarà una vera Maserati”, assicura la Casa ai puristi che storcono il naso di fronte all’ennesimo tabù infranto. Convinti che gli elementi di sportività e lusso tipici del marchio possano esprimersi anche in forme – quelle di un suv – che rompono con la tradizione di Casa, dalla Maserati fanno spallucce e continuano dritti per la loro strada scandendo le tappe che porteranno al debutto della Maserati Kubang (forse con un altro nome), il cui design – dalle linee filanti ma con i muscoli ben marcati - nasce dalla matita di Ramacciotti, mentre il suo antesignano – col muso che guardava in giù – portava la firma di Giugiaro.

COM’E’ L’unico comune denominatore tra i due può essere rintracciato nell’andamento della linea della spalla e nella sagoma della finestratura laterale. Per il resto la Maserati Kubang si ripresenta profondamente diversa da allora, come è normale che sia, con un muso molto più alto (anche in virtù delle norme per la tutela del pedone), una calandra imponente e in generale un corpo visibilmente più palestrato. Un design che nel complesso ne accentua fortemente il carattere sportivo, con una coda molto slanciata che si rifà più agli stilemi che alle linee massicce tipiche dei suv. Aspettiamo di vedere il trattamento riservato agli interni, per ora sconosciuti.

QUI MODENA I motori della Maserati Kubang saranno progettati a Modena, sotto la direzione Paolo Martinelli, responsabile della divisione Powertrain di Maserati. Motori che verranno poi prodotti a Maranello dalla Ferrari. Sempre a Modena, invece, Maserati svilupperà componenti tecniche come le sospensioni, lo sterzo e i freni, nonché la trasmissione automatica a 8 rapporti già annunciata per questo nuovo modello del Tridente.


TAGS: maserati kubang Salone di Francoforte 2011: l'elenco aggiornato