Autore:
Luca Cereda

RILANCIO Non che le Lincoln stiano vivendo un momento storico particolarmente florido, ma Ford non ne vuole sapere di mollare la presa, anzi. Questa Lincoln MKZ 2013 al debutto newyorchese – sostanzialmente invariata rispetto alla concept vista a Detroit- rappresenta proprio l’ultimo –in ordine cronologico, non in senso assoluto- tentativo di rivitalizzare il suo brand di lusso. Una coupéttona dalle forme imponenti che cerca di ammaliare gli americani con audaci trasparenze.

YANKEE Cintura alta, fisico massiccio, forme scultoree ma a tratti un po’ pesanti: così si presenta la Lincoln MKZ 2013 sul palco del salone di New York. La sua prestanza tipicamente yankee contrasta col padiglione ad archetto, lungo e basso, e col design del portellone che prova disperatamente a snellirne la coda monumentale. Anche il tetto panoramico (retraibile) può essere visto un elemento di alleggerimento, ma più che altro aiuta a spiare dall’alto l’arredamento interno, dove spiccano rivestimenti in pelle e un monitor touchscreen da ben 8 pollici con cui smanettare per scoprire le virtù del Ford Sync.

ANCHE IBRIDA Tre motorizzazioni, delle quali una ibrida, accompagneranno la Lincoln MKZ 2013 al lancio negli USA. Le tradizionali 2.0 EcoBoost da 240 e V6 3.7 litri da 300 cv prevedono l’opzione del cambio automatico a sei marce con palette al volante e della trazione integrale. La versione ibrida, forte di un 4 cilindri 2.0 abbinato a un motore elettrico che producono una potenza combinata di 188 cv, ha invece solo il cambio CVT.  


TAGS: lincoln mkz 2013