Autore:
Emanuele Colombo

LA CONFERMA È UFFICIALE Le prossime BMW M saranno ibride: la casa di Monaco sta già collaudando i prototipi. La conferma arriva dal vice presidente dell'azienda Dirk Hacker, che sottolinea ancora una volta come questa evoluzione sia inevitabile per soddisfare norme sulle emissioni sempre più severe.

TUTTO DECISO, ANZI NO Secondo Hacker, BMW sta lavorando su un concetto ben preciso, anche se non è ancora stata presa una decisione definitiva su come metterlo in pratica. Nessun dettaglio, quindi, su come il motore termico e quello elettrico verranno accoppiati, né sul tipo di trasmissione utilizzato.

PESO VS PRESTAZIONI Preoccupa, in particolare, l'aumento di peso dovuto a batterie e motori aggiuntivi: “Ma se possiamo usare l'elettrificazione per aumentare le prestazioni, allora iniziamo ad avere le risposte: che si tratti di aumentarne la velocità o consentire la guida puramente elettrica in città”.

EVOLUZIONE DELLA SPECIE Secondo Hacker, la tecnologia elettrica che BMW lancerà nel 2021 offre agli ingegneri molte possibilità: "Quanto più efficienti saranno batterie e motori elettrici, tanto migliori saranno le soluzioni per M". L'obiettivo, comunque, è rendere le auto sempre più performanti.

PERCORSO OBBLIGATO Sia chiaro, BMW continuerà a costruire auto a motore tradizionale finché le leggi lo permetteranno, per soddisfare i desideri degli appassionati. Ma se le norme andranno nella direzione prevista dalla Commissione Europea l'elettrificazione è l'unica strada per poter continuare a utilizzare certe auto tutti i giorni.


TAGS: supercar auto sportive auto ibride bmw m bmw m2 ibrida bmw m3 ibrida bmw m4 ibrida bmw m5 ibrida bmw m6 ibrida bmw m ibride bmw 2021 elettrificazione auto sportive ibride supercar ibride