Autore:
Massimo Grassi

DI CORSA Ferme e scintillanti, perennemente lucidate dagli addetti e desiderate da chiunque le guardi. Le auto sportive al Salone di Ginevra 2017 hanno rubato migliaia di sguardi e cuori. Turbo o aspirate, coupé o roadster, motori a 6, 8, 10, 12, 16 cilindri… ce n’è per tutti i gusti, ma non per tutte le tasche. Noi di Motorbox abbiamo macinato chilometri e chilometri su e giù per la fiera elvetica per gustarcele tutte. E ora vi raccontiamo la nostra top 5.

FERRARI 812 SUPERFAST Il nome è tutto un programma: Superfast. E Superveloce la nuova Ferrari 812 lo è davvero, grazie al suo V12 da 800 cv, rigorosamente aspirato. Un’eccezione in un mondo che ormai sembra non poter più fare a meno del turbo. Cavalli a profusione che rendono la nuova berlinetta la Ferrari di serie più potente di sempre. Dietro il suo stile c’è la sapiente matita di Flavio Manzoni, mentre sotto il cofano si trova tutta l’esperienza e la tradizione che da 70 anni muove gli uomini di Maranello. Per noi deve essere rigorosamente rossa, anche se grigia…

PORSCHE 911 GT3 Pensavamo che lo stand Porsche al Salone di Ginevra 2017 sarebbe stato tutto per la Panamera Sport Turismo e invece, a sorpresa, al fianco della station ecco un fulmine rosso con le forme della nuova Porsche 911 GT3. Anche lei come la Ferrari 812 Superfast rinuncia al richiamo del turbo e rimane fedele all’aspirato. Un 4.0 capace di buttar giù sull’asfalto ben 500 cv e 460 Nm di coppia. State già stappando lo champagne? Allora preparatevi a far partire anche una pioggia di mortaretti: al posto del classico cambio PDK 7 rapporti si potrà avere (senza sovrapprezzo) il cambio manuale 6 marce. L’assegno da staccare al concessionario Porsche però dovrà contenere (almeno) la cifra di 157.580 euro.

MCLAREN 720S La McLaren 650 S saluta tutti e se ne va in pensione e al Salone di Ginevra 2017 lascia il posto alla nuova 720S. L’estetica è aggiornata, la fibra di carbonio utilizzata è sempre di più, l’abitacolo è ancora più tecnologico e il conto dei cavalli sale a quota 720. Cambia anche il motore: illuminato da una fila di diodi led c’è un nuovo V8 di 4 litri. A lui il compito di sostituire, gradualmente, l’attuale 3.8 e portare le potenze delle sportive di Woking sempre più su.

PAGANI HUAYRA ROADSTER Può una roadster pesare meno della sua controparte col tetto fisso? Si se di nome fa Huayra e di cognome Pagani. Un gioiello da 2.135.000 euro che farà la gioia di appena 100 fortunati. Lo stereo naturalmente c’è, ma fosse per me io sulla Pagani Huayra Roadster viaggerei perennemente accompagnato dal sound del V12 - firmato AMG -  da 764 cv e 1.000 (e dico mille) Nm di coppia. Se poi dovesse piovere si può scegliere se coprirsi con un tettuccio in vetro e fibra di carbonio o una classica capottina in tela.

LAMBORGHINI HURACAN PERFORMANTE Se fosse un film potrebbe chiamarsi “Parenti serpenti”. Invece è un’auto e alla vista sembrerebbe una classica Lamborghini Huracan con qualche modifica estetica. Invece quella presentata al Salone di Ginevra 2017 è la nuova detentrice del record per auto di serie al Nurburgring, capace di spodestare la cugina Porsche 918 Spyder. Insomma, la Lamborghini Huracan Performante non è certo una sportiva normale. Merito non solo del V10 di 5,2 litri da 640 cv e 600 Nm di coppia ma anche delle numerose modifiche estetiche e tecniche e dell’inedito sistema ALA (Aerodinamica Lamborghini Attiva). 


TAGS: porsche ferrari lamborghini sportive mclaren Pagani salone di ginevra 2017