Autore:
Paolo Sardi

GIOCO D'ANTICIPO Il Salone di Francoforte sarà anche l'evento importante di questo periodo ma sotto i suoi riflettori e i flash dei fotografi,in mezzo alla bolgia di novità, il model year 2008 della Musa avrebbe finito con il passare un po' in secondo piano. Quelli della Lancia hanno quindi preferito giocare d'anticipo e presentare l'edizione 2008 della loro piccola monovolume a Venezia, in occasione della 64ma edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, di cui il marchio torinese è per il secondo anno sponsor principale.

LUSTRINI E PAILLETTES D'altronde la Musa è da sempre un tipino fine,da jet set, che si trova a suo agio più sotto i palazzi dei salotti bene che nei quartieri malfamati o sulle strade polverose. E la nuova edizione non tradisce l'estrazione aristocratica, presentandosi più elegante e scintillante che mai. Il frontale si arricchisce di baffi cromati e pure i listelli della mascherina si concedono un make-up a base di cromo, come a voler seguire le orme della concept Delta HPE che aveva sfilato in laguna lo scorso anno. A mo' di sigillo, al centro spicca poi il nuovo logo Lancia.

PIU' PRATICA Le novità più succose sono però concentrate in coda, che presenta portellone e luci inediti. Il primo ha dimensioni più generose, che fanno salire la capacità del bagagliaio di 70 litri e abbassano la soglia di carico di quattro centimetri. Le seconde sfruttano invece ora la tecnologia LED e sono caratterizzate da una maggior luminosità, a tutto vantaggio della visibilità e della sicurezza. Il diverso taglio del posteriore fa salire la lunghezza appena sopra la soglia dei quattro metri, mentre larghezza e altezza ammontano rispettivamente a 170 e 166 cm.

DIAMO I NUMERI A parte un nuovo rivestimento del padiglione che abbatte la rumorosità di 2 dB, l'abitacolo invece non presenta modifiche sostanziali, che peraltro sarebbero state inutili. Piegando e spostando i sedili, l'interno può assumere la bellezza di 32 configurazioni, in grado di soddisfare quasi tutte le esigenze di trasporto. Per il 2008 sono invece ben80 le combinazioni cromatiche possibili che si hanno incrociando cinque allestimenti interni (uno chiamato Argento, due Oro e due Platino), i14 colori della carrozzeria (di cui ben 10 inediti) e gli eventuali quattro "vestiti" bicolori.

SU MISURA Come dire che ci si può creare la Musa quasi su misura come in sartoria, avendo a disposizione anche tessuti tecnici, pelle e Alcantara e accessori di pregio come il tetto panoramico Gran Luce, il climatizzatore bizona, il kit vivavoce a comandi vocali Blue&Me e lo stereo Bose. Non meno varia è l'offerta a livello di motori, con tre turbodiesel (Multijet 1.3 da 70 e 90 cv e 1.9 da 100 cv) e due a benzina (1.4 da 77 e 95 cv).


TAGS: lancia musa 2008 salone di francoforte 2007