STESSE MISURE Due anni per tagliare un tettuccio possono sembrare troppi, in realtà la Gallardo Spyder non è una Gallardo senza tetto, bensì una vettura riprogettata ex novo. Non tutta probabilmente: le misure restano le stesse (430 cm di lunghezza; 190 di larghezza) e identico l'interasse (256 cm). Cambia solo l'altezza, che con la capote chiusa supera di 1,4 cm la versione Coupé (rispettivamente 118,4 cm e 165 cm). E il peso, che nella Spyder (1570 kg a secco) è di 140 kg superiore, causa rinforzi e congegni di apertura/chiusura della capote.

TOPLESS D'AUTORE Le proporzioni perfette di questa supercar non cambiano quindi, lasciando intatta la bellezza formale di una linea tra le più riuscite del settore, progettata con uno sguardo alle soluzioni aeronautiche che vogliono l'abitacolo molto spostato in avanti e protetto da un parabrezza particolarmente inclinato.

NUOVO POSTERIORE Restano così intatte le ampie superfici piane intarsiate da tagli geometrici che caratterizzano il design della Gallardo e che vengono riproposte sulla Gallardo Spyder. La grande novità è infatti nella parte posteriore. E nel tetto, naturalmente, che ora è in tela. Più in particolare le novità sono quasi tutte nel cofano motore, che si alza per nascondere la capote quando la vettura viaggia aperta.

POMPE E ATTUATORI Il sistema di apertura/chiusura si basa su un sistema a controllo elettronico con attuatori elettro-idraulici che (vedi foto) alzano il cofano motore in carbonio quanto basta per far entrare la capote ripiegata e richiudere il tutto. Un meccanismo composto da sei cilindri idraulici (quattro per azionare la capote e due per il cofano), due attuatori elettrici (uno per l'aggancio anteriore della capote e uno per lo sganciamento del cofano) una pompa elettrica, una centralina elettronica che gestisce il movimento della capote, e un motore elettrico per il movimento del vetro posteriore.

APRI E CHIUDI Il lunotto è mobile e viene gestito dalla centralina di controllo durante il movimento della capote. E' in vetro e indipendente, e può essere lasciato alto oppure, a discrezione del pilota, farlo scomparire dietro i sedili, anche quando la capote è montata. L'operazione di apertura/chiusura del tetto è comunque semplicissima e avviene in 20 secondi circa tramite due pulsanti sistemati sulla consolle.

LA BORA TRA I CAPELLI Aperta o chiusa la Gallardo Spyder non rinuncia alla sua prerogativa di supercar. 307 km/h di velocità massima a capote aperta (314 km/h quando è chiusa) possono così essere più che sufficienti per chi non si accontenta del vento tra i capelli ma desidera provare più in concreto l'ebbrezza della velocità pura, e godere in pieno del suono del 10 cilindri di 4.961 cc dietro la testa quando a 8.000 giri si scatenano tutti insieme i 520 cavalli di cui dispone.

LE PIACE BERE La Gallardo Spyder accelera tra l'altro da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi, di una coppia di 510 Nm a 7800 giri e percorre mediamente 5,8 km con un litro di benzina, che scendono a 4,0 km quando si muove nel traffico cittadino. Ampia l'offerta di optional esclusivi, tra cui antifurto, telo protettivo, videocamera sullo spoiler posteriore, ma per ora tutto senza indicazione di prezzo.


TAGS: lamborghini gallardo spyder Lamborghini Gallardo: bandiera a scacchi