Autore:
Gilberto Milano

4 CUORI E UNA CAPOTE La globalizzazione ha inquinato anche il campo dell'auto? Visto dal tetto delle cabrio moderne si direbbe di sì. La tendenza farlo in metallo è universale. Anche il mercato sembra interessato a tutto ciò che possa trasformarsi da coupé a cabrio e viceversa. Bene, come fare allora per farsi notare in tanta uniformità? Semplice: si torna all'antico, alla tela. Non è l'unico caso ma per un marchio che non ha una tradizione consolidata in questo campo ha il sapore di una scommessa.

NEO ROMANTICISMO La cee'd, modello con il quale la Kia tenta di sfondare nel mercato redditizio e affollato delle medie, quello della Bravo per intenderci, non solo avrà quasi certamente una versione cabriolet (per ora si parla di concept) ma oltre a una linea giovane e gradevole la cee'd cabrio avrà la prerogativa ormai rara di avere il tetto a scomparsa in tela. Non solo però per fare la diversa e farsi notare si più: in Kia sono convinti che dopo la colata di metallo sulle teste di cabrio e spider la clientela di queste auto tornerà a privilegiare il caro, vecchio, romantico tessuto.

EX_CEE'D Sensazioni probabilmente, magari confortate da studi di settore, ma a parlare con tanta convinzione è proprio Peter Schreyer, lo stilista della "ex_cee'd" (così il nome di questa concept) che sul ritorno al classico tra le scoperte è pronto a scommetterci la propria credibilità. La ex_cee' parte dal pianale della Sporty Hatch a tre portedella quale riprende l'anteriore sportivo, con il cofano caratterizzato da una linea spiovente che dal parabrezza scende fino a inglobare il paraurti, sostituito da una grossa presa d'aria, lasciando ai fari a punta e alle due feritoie sottostanti il compito di definire le spalle muscolose.

Una linea aggressiva molto stilizzata che si ammorbidisce un pochino nella vista laterale. Il taglio del tetto è netto e diritto, con una linea di cintura alta e a cuneo che lascia poco spazio alla superficie vetrata. Alla base della fiancata spicca una modanatura cromata che sale verso la coda mentre i cerchi sportivi da 19" e i passaruota tutto muscoli cercano di tenere alto il livello di sportività. La coda è tonda e corta, probabilmente con un bagagliaio striminzito (le uniche foto disponibili non chiariscono le idee) mentre la capote scompare completamente in un apposito vano. Comparsa e scomparsa avvengono sempre con un comando elettrico. La vedremo a Ginevra, poi si vedrà cosa decideranno in Kia.


TAGS: kia cee'd cabrio salone di ginevra 2007