Autore:
Alessandro Codognesi

GATTO DELLE NEVI E fu così che, invece di andare in vacanza al mare, le due sorelle Jaguar XF e Jaguar XJ andarono nel lontano nord della Svezia in mezzo alla neve. Scherzi a parte, Jaguar ha sviluppato All-Wheel Drive, la nuova trasmissione 4x4 della Casa del Giaguaro, disponibile unicamente per Jaguar XF e XJ. Ecco come funziona.

STESSA CLASSE A quanto pare, i tecnici si sono impegnati per fornire la stessa guidabilità e agilità delle rispettive versioni a trazione posteriore. Il problema è che, passando alla trazione integrale, si rischia di perdere agilità e soprattutto feeling con il volante. Per questo, sono serviti ben 18 mesi di laghi ghiacciati e strade a basso coefficiente d’aderenza per sviluppare Jaguar All-Wheel Drive e avere la stessa sensibilità che si ha su una normale trazione posteriore.

NORMALMENTE POSTERIORE In condizioni stradali di asciutto, il Jaguar All-Wheel Drive fornisce la trazione prevalentemente all'asse posteriore, monitorando al contempo i livelli di aderenza e gli input provenienti dallo sterzo e dall’acceleratore. Se necessario, trasferisce la coppia sull’assale anteriore per aumentare al massimo la trazione. Ogni ruota dunque è controllata indipendentemente dalle altre e ognuna riceve la coppia a seconda del suo coefficiente d'aderenza.

ASSECONDAMI Il sistema Jaguar All-Wheel Drive si sposa perfettamente con il Jaguar Drive Control, tramite cui è possibile selezionare tre differenti modalità di guida: Winter, Normal o Dynamic. In modalità Winter, gli elementi di controllo aumentano il livello di allerta per anticipare le possibilità di slittamento, mentre in modalità Dynamic, la risposta dell’acceleratore è più reattiva, gli ammortizzatori induriti nella taratura e il cambio tiene il motore più in tiro.

UGUALE MA DIVERSA Per accogliere la componentistica del sistema Jaguar All-Wheel Drive, sia nella XF sia nella XJ, sono stati progettati un nuovo controtelaio anteriore, una traversa inedita, diversi supporti motore e un nuovo sistema di scarico. Il motore stesso adotta ora una nuova unità ECU, mentre sotto il cofano sono state eseguite modifiche per poter alloggiare i nuovi sistemi. Una serie di altri componenti chiave è stata riprogettata: tubazioni ad alta pressione per il servosterzo, sospensioni anteriori migliorate grazie all’adozione di nuove molle e nuovi ammortizzatori, e infine nuova barra antirollio per la Jaguar XJ.

ONE ENGINE La trasmissione Jaguar All-Wheel Drive sarà disponibile solamente accoppiata al motore benzina 3.0 litri V6 sovralimentato, in grado di erogare 340 cavalli a 6.500 rpm e 450 Nm a 3.500 rpm, e al cambio automatico a 8 rapporti della ZF. Inoltre, di serie ci sarà anche il sistema Intelligent Stop/Start. Ma esternamente, cosa cambia? Nulla, se non il logo “3.0 AWD” che troneggia sul cofano posteriore. Massima discrezione, anche all’esterno.

NUMERI CHE PASSIONE E’ stato rilasciato anche qualche dato: si parla di 250 km/h autolimitati come velocità massima, 6,5 secondi nel crono 0-100 (sia per XF sia per XJ) e 9,8 litri/100 km di consumo carburante. Prezzi? Purtroppo, ancora nulla dal fronte.


TAGS: jaguar jaguar xj jaguar xf awd jaguar all-wheel drive jaguar awd all-wheel drive Tutte le novità del Salone di Parigi 2012