Autore:
Paolo Sardi

CITTADINA DEL MONDO L'epoca dei Suv faraonici e delle sportive che parlavano soltanto americano stretto o giapponese sembra lontanissima: con le sue ultime proposte Infiniti veste sempre più i panni del global player, capace di mettere lo zampino in molti Paesi e sempre con la legittime ambizioni di ben figurare sul mercato. A fare da ideale trampolino per il salto di qualità definitivo è la nuova Infiniti QX30, che non a caso ha debuttato in contemporanea al Saloni di Los Angeles e Guangzhou. Non serve chiaramente essere profiler dell'FBI per inquadrare l'Infiniti QX30. Se infatti la Q30 che abbiamo recentemente provato (vedi correlate) è legata a doppio filo alla Mercedes Classe A, la QX30 prende invece le mosse dalla GLA, venendo a rappresentare per lei una sorta di cugina dall'aria più esotica e ricercata, con una carrozzeria dalle forme scolpite. Il suo obiettivo è chiaro: ritagliarsi un posto al sole nel segmento delle crossover compatte premium, missione per la quale sembra essere perfettamente attrezzata, con una notevole altezza da terra, che mette gli organi vitali al sicuro una volta usciti dall'asfalto, e la trazione integrale.


TAGS: crossover 4wd los angeles guangzhou salone di los angeles 2015 Infiniti QX30