Autore:
Paolo Sardi

NASCONDINO Stando alle dichiarazioni ufficiali, per ora è soltanto un'esercitazione di stile. Qualcosa, insomma, buttato lì giusto per dare lustro e prestigio a quel marchio Infiniti, che sta alla Nissan più o meno come Lexus sta alla Toyota. Un brand più lussuoso e sportivo creato ad arte per gli americani, per indorare loro la pillola e dare l'idea di comprare qualcosa di diverso dal prodotto giapponese, giudicato dozzinale dai più. Contenti loro...

POCHI TOCCHI

La Coupe Concept, invece, nasce proprio in Giappone, presso il Nissan Technical Center di Atsugi. La sua è una forma filante e pulita disegnata, non solo metaforicamente, con pochi semplici gesti. L'elemento caratterizzante è la linea di cintura obliqua, frutto di un unico, lungo tratto di matita. Attorno a questo, gli stilisti propongono un sapiente gioco di superfici concave e convesse e di nervature. La più evidente attraversa a mo' di spartiacque il muso, mentre un'altra segna in modo netto la parte alta della fiancata.

OCCHI A MANDORLA

Anche la forma elaborata dei fari e delle luci di coda aiuta a dare slancio alla linea, mentre gli elementi più sportivi si concentrano nella parte bassa. Le grintose prese d'aria, le profonde scanalature sottoporta e i massicci terminali di scarico si alternano ai cerchi a nove razze da ben 20 pollici che calzano pneumatici anteriori 255/35 e posteriori 275/35. Un tocco high-tech viene invece dalle maniglie a scomparsa, che fuoriescono quando vengono sfiorate dalla mano. Minuscole telecamerine rimpiazzano gli specchi retrovisori e proiettano le immagini raccolte in piccoli schermi ai lati della strumentazione, composta da cinque indicatori circolari.

SOTTO LE STELLE

Non meno spettacolare è l'ampio tetto in cristallo sotto cui trovano posto quattro passeggeri. L'abitacolo è un tripudio di pelle e alluminio, con una finitura superficiale che ricorda quella della tradizionale carta giapponese Washi. I sedili avvolgenti sono di tipo sportivo con i poggiatesta integrati che ospitano anche i diffusori dell'impianto stereo. Sul volante sono invece sistemate le palette per azionare manualmente il cambio automatico.

PICCOLI SEGRETI

Quale sia il motore sistemato sotto il cofano della Coupe Concept non è dato per il momento saperlo, così come non è ben chiaro quale sarà il futuro prossimo di questo prototipo. La linea offre spunti interessanti che potrebbero venir buoni alla Nissan anche in ambito europeo ma negli States non è affatto da escludere che questa coupé venga un domani messa in listino solo con piccoli ritocchi.

TAGS: infiniti coupe concept