Autore:
Gilberto Milano

PER UN PELO Solo un punto, ma sufficiente per aggiudicarsi il titolo più prestigioso per una vettura europea, quello di Auto dell'Anno. Car of the year 2009 è la nuova Opel Insignia, che da noi dovremmo vedere per la prima volta al Motor Show di Bologna, tra qualche settimana. La nuova berlina tedesca ha vinto con 321 punti contro i 320 andati alla nuova Ford Fiesta, un'altra delle candidate più accreditate, insieme a Citroën C5, nuova Golf, Alfa MiTo, nuova Renault Mégane e Skoda Superb.

PRIMA FU LA OMEGA La Insignia è la prima Opel a vincere il titolo dopo 22 anni (l'ultima fu la Opel Omega nel 1987), anche se due anni fa ci è andata molto vicina con la Corsa, seconda per due punti dietro la Ford S-Max. Per l'edizione 2009 si assiste così a un ribaltamento delle posizioni, questa volta a favore della Casa di Ruesselsheim. Per Ford, che ha vinto cinque titoli da quando è stato istituito il premio (nel 1964) è invece la seconda sconfitta per un solo punto, ma così vuole il concorso, che premia la vincitrice dopo una scrematura che da 37 candidate è scesa a sette finaliste.

UN OCCHIO DI RIGUARDO Dei 59 giurati provenienti da 23 Paesi europei, 20 hanno dato il massimo punteggio alla Insignia e 19 alla Fiesta. Della Insignia è stata premiata la linea innovativa, la qualità degli interni, dei sistemi di sicurezza attiva e passiva prima ancora che l'efficienza dei motori e dei dispositivi elettronici degni di un'auto di classe superiore come l'Opel Eye, in grado di leggere i segnali stradali e indicare al pilota quando sta guidando oltre la velocità consentita.

ELEZIONE SOFFERTA Curiosamente la Insignia non è stata votata dai giurati tedeschi, che le hanno preferito la Golf, e generalmente non ha entusiasmato nel suo complesso, strappando solo due 10(l'unico giudice danese e uno dei tre svedesi) due 9 e nove 8 su 59 votanti. La Insignia ha raccolto però anche quattro 2 e dieci 3, a dimostrazione di una elezione piuttosto sofferta e di un parterre di finaliste molto agguerrite. Insomma, non c'è stato un voto unanime e sicuramente ciò renderà ancora più amara la sconfitta in Casa Ford. La Fiesta di 10 ne ha avuti addirittura tre, ma solo un 9 e quattro 8. Decisivi sono stati l'1 rifilatole dal giurato danese e lo "0" di un giurato tedesco, voti davvero in "controtendenza" rispetto al giudizio generale.

IL VOTO DEGLI ITALIANI
La terza posizione è della nuova Volkswagen Golf, che con 223 voti sale sul gradino più basso del podio prendendosi una bella soddisfazione nei confronti di Citroën C5 (198 punti), Alfa MiTo (148), Skoda Superb (144) e nuova Renault Mégane (121). Alla MiTo è andato un unico 10da un giudice svedese e ben undici "0", per un giudizio complessivo un po' troppo penalizzante per la piccola Alfa, non sostenuta nemmeno dai giurati italiani (le hanno preferito la Golf e la Fiesta) ai quali però proprio per questo va riconosciuta una corretta indipendenza di giudizio.


TAGS: il titolo alla opel insignia