Autore:
Luca Cereda

TRADIZIONALISTA Debutta al salone di New York la Hyundai Santa Fe 2013, che, come anticipato, anche per il nostro mercato manterrà il nome originale, rinunciando alla sigla ix45 che imporrebbe la nuova nomenclatura delle Hyundai europee.

FRONTERETRO Lunga 469 cm, larga 188 e alta 169, la suv coreana aggiunge in questa terza generazione una variante a passo lungo con tre file di sedili, che però non vedremo in Italia. Lo stile, in compenso, appare modernizzato, certamente più sportivo (e più incline ai palati europei) ma non stravolto rispetto al precedente modello. Davanti, oltre alla griglia esagonale, compaiono sulla Hyundai Santa Fe 2013 due fari più affilati e fendinebbia incorniciati di nero; dietro invece, ben venga questa coda più raccolta e tornita, corredata da luci posteriori bislunghe che si dividono tra portellone e parafango.

4X4 A RICHIESTA Negli States le vendite della Hyudai Santa Fe 2013 cominceranno quest’estate, mentre noi dovremo aspettare l’autunno. Tre le motorizzazioni previste: 2.0 turbodiesel da 150 cavalli, una versione riveduta e corretta del 2.2 CRDi attualmente in gamma e, come unica opzione a benzina, un 2.4 quattro cilindri. La trazione sarà di tipo “integrale on demand”; ciò significa che, di base, la Santa Fe va a trazione anteriore, ma laddove vi sia necessità passa in automatico al 4x4.