Autore:
Luca Cereda

OTTO PICCOLI INDIANI Una monovolume capiente è uno dei pezzi che al momento manca al catalogo della Hyundai ma a quanto pare il gap verrà presto colmato. Al salone di Nuova Delhi è apparsa infatti questa Hyundai Hexa Space MPV concept, prototipo di una multispazio basata sulla piattaforma della ix20 capace però di garantire maggior carico umano grazie a un massimo sfruttamento dei centimetri in larghezza. I soliti 7 posti? Macché, stavolta i coreani rilanciano a 8.

APRITI SESAMO Con queste premesse, le forme della Hyundai Hexa Space MPV concept non potevano che risultare un po’ “furgonate”, per quanto gli stilisti abbiano comunque cercato di darle dinamismo con i classici tagli netti del fluidic sculpture design e una finestratura sportiva. Dal punto di vista costruttivo si segnalano poi l’assenza dei montanti centrali e l’utilizzo di portiere posteriori che scorrono all’indietro, facilitando così l’accesso dell’intera combriccola, una squadra di calcetto con annesse riserve e allenatore.

LA TRI-ZONA Sulla Hyundai Hexa Space MPV concept gli otto posti sono ricavati ad incastro sfruttando sedili singoli dal design minimale. Il trucco per non creare antipatici grovigli di gambe sta nel piazzare, in uno schema 3-3-2 organizzato su tre file, il sedile centrale delle prime due in posizione un po’ più arretrata, garantendo sufficiente agio ai compagni di reparto. Il sedile trequartista può anche essere ripiegato completamente e sfruttato dai passeggeri a lato come piano d’appoggio; sulla Hexa Space, tutti i sedili tranne quello del guidatore sono ripiegabili per sfruttarne al massimo il volume di carico.

TURBODIESEL Lunga 430 cm e larga 182, con un passo di 275 cm, la nuova concept coreana – nella versione presentata al salone indiano- è spinta da un motore 1.2 diesel GDi Turbo abbinato ad una trasmissione automatica a sei rapporti. Al suo interno sfoggia un arredamento high-tech i cui fiori all’occhiello sono un sistema di infotainment gestito da un ampio schermo touchscreen e un dispositivo di ionizzazione per rinfrescare l’aria nell’abitacolo.