Autore:
Paolo Sardi

DISTILLATO Non c'è H2 senza H3. Dalla matrioska Hummer esce la piccola di famiglia, una Suv di dimensioni compatte che strizza l'occhio all'Europa. Altro che computer! Alla Hummer pare che le auto le facciano con un alambicco. Sono partiti dalla H1, quindi l'hanno distillata e ne hanno tirato fuori la H2. Ora replicano l'operazione e dalla H2 ecco estratta la H3, una sorta di Suv superconcentrato, roba da fare invidia a un detersivo dei piatti e alle pillole della Nasa, quelle che con una manciata di molecole nutrono più del cenone di Natale.

TAGLIA M L

e foto rendono poca giustizia alla H3 e non permettono di capire a prima vista quali sono i suoi esatti ingombri. Per lei la Casa dichira una taglia M e, metro alla mano, il sarto conferma. La lunghezza, compresa la ruota di scorta montata dietro, è di 474 cm. Giusto per fare qualche esempio, è un valore che la pone a metà strada tra la nuova Jeep Grand Cherokee e la Ford Mondeo. Larghezza e altezza restano invece importanti, pari nell'ordine a 190 e 182 cm.

FAMILY FEELING

Misure a parte, l'aspetto resta quello di sempre, con la vetratura bassa e piatta a dare un'aria un po' da furgoncino portavalori, un po' da autoblindo. Il legame stilistico con la H2 è quindi molto forte, complici anche l'immancabile mascherina cromata a sette feritoie e i faretti tondi. Rispetto alla sorella maggiore, la H3 si distingue però per i passaruota più marcati e che movimentano il disegno delle fiancate.

EFFETTI SPECIALI

Molti sono i particolari a effetto, disseminati ad arte lungo la carrozzeria per catturare l'attenzione. Si va dai paraurti altissimi alle maniglie oversize e agli specchi retrovisori grandi come televisori per finire con i ganci di traino degni di un carro merci. Come per confermare anche fuori dalle metafore che la Hummer fa bene il suo lavoro quando si tratta di rimorchiare... L'abitacolo ha invece un aspetto più sobrio e tradizionale. La plancia ha un andamento lineare, con la consolle centrale poco pronunciata e il tunnel centrale che fa di tutto per passare inosservato.

QUANTO BASTA

Allergica al diesel, sotto il cofano la H3 nasconde un motore Vortec a cinque cilindri da 3,5 litri ricco anche di soluzioni raffinate, come l'acceleratore elettronico e le valvole a fasatura variabile. La potenza massima è di 220 CV a 5.600 giri e la coppia massima è di 305 Nm a 2.800 giri. Quanto basta, a detta della casa, per rendere la piccola Hummer prestante come l'H2 in quasi tutte le condizioni d'impiego.

A(T)TRAZIONE INTEGRALE

Cosa strana per un mezzo di questo genere (visto soprattutto il passaporto a stelle e strisce), il cambio è manuale a cinque marce. A salvare le coronarie degli appassionati c'è comunque anche lo stesso automatico a quattro rapporti già impiegato dalla H1 e dalla H2. Completa il reparto trasmissione un sistema di trazione integrale permanente Borg-Warner, con tanto di riduttore e di differenziale posteriore bloccabile manualmente.

UNA PER TUTTE

Come se non bastasse, poi, l'elettronica ci mette del suo. Se su asfalto dà un mano a controllare la stabilità, in fuoristrada permette alla H3 di trarsi d'impaccio anche se a fare presa è una ruota soltanto. D'altronde, la passione per l'estremo delle Hummer non è certo un mistero e lo confermano anche le ampie protezioni del sottoscocca.

NON TEME L'ACQUA

Grazie agli sbalzi con la sfumatura alta, gli angoli d'attacco e di uscita sono di 40 e di 37 gradi. L'altezza minima da terra è di ben 23 cm, mentre l'angolo di dosso è di 25 gradi. La H3 se la cava bene pure quando è con l'acqua alla gola. A passo d'uomo supera guadi di oltre 60 cm mentre a 30 km/h sguazza allegra anche in una quarantina di centimetri. Fino a che restano sotto questa misura, neppure gradini e massi impensieriscono la H3.

VENIAMO AL SODO I primi esemplari sono attesi per il mese di giugno, ma in quantità che dopo aver visto e toccato l'H3 a Ginevra sembrano fin troppo prudenziali: ne arriveranno circa 300 l'anno. E da gennaio sarà disponibile anche una versione diesel.

IL PREZZO BASE La piccola Hummer sarà venduta a partire da 45.000 euro chiavi in mano. Trattasi ancora di cifre ufficiose, ma le dichiarazioni rilasciate dai responsabili della Cavauto, la società di Cantù (Como) che importa ufficialmente le Hummer in Italia, non lascerebbero adito a dubbi. Un prezzo d'attacco che mette l'H3 in competizione diretta con Bmw X3 (38.000 euro la versione base), Jeep Grand Cherokee (40.600 euro) e Land Rover Discovery (40.000 euro), anche se quest'ultima è più lunga di una quarantina di centimetri.


TAGS: hummer h3: prezzi e consegne