Autore:
Andrea Rapelli

PREVEDERE E' MEGLIO CHE CURARE L'idea di Honda, con il suo Intelligent Adaptive Cruise Control (per gli amanti delle sigle i-ACC) è semplice: evitare anche gli incidenti causati da auto che cambiano corsia all'improvviso, tagliandovi la strada.

UN CRUISE PERSPICACE Oltre ad assumere il ruolo di un comune cruise control attivo con funzione freno, infatti, l'Honda Intelligenti Adaptive Cruise Control sfrutta una telecamera e un radar a medio raggio in grado di rilevare la posizione degli altri veicoli sulla strada. Grazie a un algoritmo sviluppato secondo stili di guida e comportamenti al volante tipicamente europei, il sistema è capace di calcolare con grande precisione la probabilità che altri veicoli vi taglino la strada.

5 SECONDI I chip riescono a riconoscere eventuali problemi ben 5 secondi prima che ve ne accorgiate: ecco perché il sistema, inizialmente, interviene sui freni in modo molto dolce, per evitare di spaventare chi guida. Solo dopo questo primo avvertimento, accompagnato da un avviso luminoso nel quadro strumenti, scatta il pestone più deciso (e totalmente automatico) per mantenere la giusta distanza dai guai.

AL DEBUTTO Ideato e progettato specificatamente per le strade del Vecchio Continente, l' i-ACC sviluppato da Honda sa perfettamente riconoscere il lato della strada in cui vi trovate e agire di conseguenza. I fortunati che potranno usarlo per primi saranno i clienti della Honda CR-V 2015, ma solo se sceglieranno l'allestimento Executive.