Autore:
Paolo Sardi

BUONA LA SECONDA Quando nel 1999 la Honda presentò la prima HR-V, i tempi non erano forse ancora maturi per una crossover del genere, con il suo bravo assetto rialzato e l'alternativa tra la trazione anteriore e quella integrale. La macchina ebbe discreto successo ma probabilmente avrebbe spopolato se solo fosse arrivata qualche anno più tardi, una volta esplosa la moda delle piccole tuttofare. Oggi che il segmento va a gonfie vele, a Tokyo hanno quindi deciso di ributtarsi nella mischia, rispolverando proprio quel nome Honda HR-V.

CITTADINA DEL MONDO A portarlo sarà, a partire dal prossimo autunno, una Suv compatta sviluppata sulla base della nuova Fit, la piccola monovolume che dalle nostre parti è venduta come Jazz. La Honda HR-V 2015 che si vede nelle foto e che debutta al Salone di New York è quella per il mercato americano ma c'è da scommetere che la sua variante europea non sarà molto diversa, sulla scorta anche di quanto già avvenuto per la CR-V. Per il momento non ci sono indicazioni circa le caratteristiche tecniche ma è alquanto probabile che la gamma sia soprattutto a trazione anteriore.