Autore:
Luca Cereda

FONDI DI BOTTIGLIA Ha gli occhiali del ragionier Filini e un frontale d'altri tempi, che più squadrato non si può: sex appeal zero, ma simpatia tanta. A Tokyo salirà sul palco assieme a due sorelle ibride dal taglio più sportivo per un happening ad alto voltaggio. Lei, nome in codice EV-N concept, è invece una city car EV col compito di illustrare lo stato dell'arte dell'elettrico in casa Honda.

VINTAGE Il look vintage si ispira a un'antenata, quella N 360 che Honda lanciò nel 1968. Guarda al passato nel vestire ma è proiettata dritta verso il futuro, un futuro che il settore automotive vede sempre più "elettrizzato”. Con auto piccole e parsimoniose destinate a popolare i centri urbani, che rinfreschino l'aria grazie alle loro emissioni prossime allo zero e liberino la circolazione muovendo moli ridotte.

COL SOLE IN TESTA… Detto che la EV-N è un'elettrica integrale alimentata da batterie agli ioni di litio (i dati sulle prestazioni non sono ancora disponibili…), vale la pena soffermarsi brevemente sugli interni. Lo schema adottato è il 2+2, con arredamento minimal-tech: i sedili hanno una struttura molto esile (per guadagnare spazio) e vestono tappezzerie intercambiabili, facilmente sostituibili qualora si volesse cambiare fantasia. Per aumentare la capacità di carico, invece, l'intera seconda fila sin spalma letteralmente sul pavimento. Quanto al tetto, monta pannelli solari per "rubare” un po' di birra dal sole e prolungare la propria autonomia.  


TAGS: concept car auto elettriche salone di tokyo ev-n n 360 s Salone di Tokyo 2009 Auto elettriche: tra sogni e realtà 2009, un anno di concept