Autore:
Paolo Sardi

DIVERSA PROSPETTIVA Giusto poco tempo fa ci siamo cimentati in una prova di consumo con la Porsche Panamenra Diesel, dalla quale è emerso come la quattro porte di Zuffenhausen sappia accontentarsi di poco gasolio, quando viaggia a velocità costante, nel rispetto del Codice. Le lunghe percorrenze medie, assieme al  mancato superamento della soglia per il superbollo sulla potenza,  sono la chiave del successo alle nostre latitudini mentre altrove (che invidia…!) gli automobilisti continuano a essere interessati sempre alla cavalleria ma la loro logica è “più ce n’è, meglio è”.

GIU’ DA GUERRA A tutto costoro, che popolano soprattutto i mercati emergenti, è dedicata la nuova Hamann Cyrano, una supercar che( non serve essere grandi fisionomisti per capirlo) è sviluppata sulla base della Porsche Panamera Turbo. Rispetto al modello d’origine, la Hamann Cyrano è messa giù pesantemente da guerra, con un body kit che manda a farsi benedire anche quel briciolo di understatement lasciato dai designer di Zuffenhausen alla loro ammiraglia.

SEGNI PARTICOLARI La Hamann Cyrano ha come primi segni particolari i parafanghi allargati, che fanno aumentare la larghezza complessiva di 60 mm e che sono utili a dare un tetto alle ruote da 22”, gommate 265/30 all’anteriore e 305/25 al posteriore. Il resto lo fanno le prese d’aria maggiorate, le minigonne e il cofano, che può essere ordinato in carbonio, così come l’ala posteriore.

CHE NUMERI! Se di fumo ce n’è da vendere, l’arrosto non è da meno. Dopo un’operazione di spremitura, il motore della Hamann Cyrano eroga la bellezza di 603 cv, con una coppia massima di 870 Nm. Simili numeri si traducono, una volta su strada, in un tempo di 3,9 secondi nello 0-100 e di 12,6 secondi nello 0-200. E per chi non ne avesse ancora abbastanza c’è la possibilità di ordinare la macchina con il pacchetto Sport Chrono, che permette di limare un paio di decimi in entrambe le prove.


TAGS: turbo bene tuning panamera hamann cyrano spremuta