Autore:
Giulia Fermani

TUTTO CAMBIA … anche la Formula Uno, che nell’ultimo anno, con l’avvento del turbo, sembra aver premuto sull’acceleratore. Lo sanno bene i progettisti delle monoposto e lo sa bene anche chi fa loro … le “scarpe”. Tant’è che Pirelli, fornitore ufficiale di pneumatici per la Formula Uno, dopo tre stagioni caratterizzate da un elevato degrado delle gomme, ha stabilito per il 2014 nuovi standard tecnici. E a fine anno, tempo di bilanci, ha stilato un confronto tra la stagione 2013 e quella 2014 alla mano, misurando in “gomme” (ma non solo) quanto è cambiata la Formula Uno da un anno all’altro.

PRENDILA MORBIDA (MA NON TROPPO) Il più grande cambiamento si è registrato negli pneumatici soft, molto più utilizzati rispetto al 2013. Alcuni numeri spiegano il perché: la durata dei P Zero gialli nel corso dei GP è infatti passata da 47 km a 93 km, permettendo così ai team di organizzare diverse strategie di gara. Il ritorno del turbo e i valori di coppia più elevati messi in gioco hanno reso necessario l’utilizzo di gomme più consistenti, meno soggette ad usura e dal comportamento più prevedibile. Missione difficile ma compiuta, tenuto conto che si è abbassata anche la media dei pit-stop per gara: da 51 a 44 anno su anno.

I DATI Il ritrovato amore dei muretti per le gomme morbide è confermata dal minor impiego della mescola dura: nel 2013 si erano consumati 316 set di Pirelli Orange Hard mentre nel 2014 solo 83. I cambiamenti tecnologici dei mezzi e l’evoluzione delle gomme stesse, però, ha determinato un altro dato importante: un aumento del 12,41 % sui chilometri percorsi da ogni set, passati da 96,94 km a 110,10 km. Una sorte non molto diversa è toccata agli White Medium: i 720 set utilizzati nel 2013 sono diventati solo 378 nel 2014, con un aumento dei chilometri macinati con ogni set di gomme del 1,08%.

MARATONETA Il dato assolutamente più impressionante riguarda però, come si accennava in precedenza, l’impiego delle Pirelli Yellow Soft. Da 135 set utilizzati nel 2013 si è saliti a 463 quest’anno, con un aumento dei chilometri per set del 99,18%. Di coperture Red Super Soft, invece, nel 2014 ne sono stati utilizzati 177 set, a fronte dei 152 impiegati l’anno passato e su di esse si è registrato l’unico dato negativo della statistica, con lo 0,66 % dei chilometri percorsi in meno da ogni set.