Autore:
Luca Cereda

IMPERMEABILE Che sia nuvolo o meno, la Panda va a Ginevra col K-Way. Da una partnership tra Fiat e il celebre marchio di giubbotti nasce infatti l’ultima serie speciale della citycar del Lingotto, attesa nelle concessionarie per maggio. Tanti i dettagli griffati, si all’esterno sia, soprattutto, all’interno. La Fiat Panda K-Way si può avere con tutti i motori della gamma Panda, comprese le versioni a GPL e a metano.

ALTA VISIBILITA’ Sono venti, in tutto, le Fiat Panda K-Way che si possono disegnare combinando le varie opzioni di personalizzazione: coprimozzi, calotte specchi, verniciatura, sticker. Ma il piatto forte di questa serie speciale è servito negli interni, dove i sedili, rivestiti in tessuto blu misto eco-pelle, nascondono nelle Vsibag (due borsette incernierate al rivestimento dello schienale) altrettanti giubbini ad alta visibilità firmati K-Way, rivelandosi preziosi alleati in caso di disavventure sotto la pioggia battente. E le cinture di sicurezza? Una vera chicca, disegnate a strisce gialle-arancio-blu, motivo tipico dei capi K-Way.

DIESEL DOPO Tappetini dedicati e tanti altri piccoli dettagli completano il look della Panda K-Way, che al netto delle personalizzazioni vanta già una base ricca. Tra le dotazioni di serie segnaliamo Blue&me con comandi al volante, radio CD/Mp3 con 6 altoparlanti,  ABS+BAS+EBD, poggiatesta anteriori e posteriori, 4 airbag (conducente, passeggero e window bag) e il Gear Shift Indicator. Al lancio  sarà disponibile con le motorizzazioni benzina 1.2 da 69 cv e 0.9 TwinAir (65 o 85 cv), nelle versioni bi-fuel 0.9 TwinAir Metano da 80 cv e 1.2 GPL da 69 cv. Successivamente si aggiungerà alla gamma anche  il turbodiesel 1.3 Multijet.


TAGS: Salone di Ginevra 2015, tutte le novità