Autore:
Luca Cereda

LUNGA VITA E’ sulla piazza da trent’anni, ha venduto più di 2,2 milioni di pezzi al mondo e continua a fare il suo… lavoro. Che ora si appresta a fare con una gamma di motori Euro 5 più parchi nei consumi e piccoli ritocchi agli interni della cabina. Queste le principali novità portate dal model year 2011 sul Fiat Ducato.

EURO 5 Secondo Fiat, tutte le nuove motorizzazioni della gamma garantiscono un risparmio medio del 15% nei consumi rispetto alle precedenti Euro 4. In attacco al listino c’è il 2.0 diesel da 115 cavalli (che sostituisce il 2.2 da 100 cv), capace – secondo Fiat – di fare i 100 chilometri con soli 6,4 litri di carburante. 300cc più sopra si trova invece la seconda opzione, il 2.3 Multijet, sdoppiato in due differenti cavallerie: 130 e 148 cavalli. Entrambi questi motori godono di una potenza e di una coppia aumentate rispetto a prima e, a richiesta, possono disporre del sistema stop&start.

ANCHE A METANO L’unico motore della “vecchia guardia”, dotato del vecchio Multijet, resta il diesel 3.0, che però, rispetto al precedente, cresce di potenza fino a 180 cavalli e utilizza un turbocompressore a geometria variabile. Nel listino del Ducato 2011 figura infine l’opzione Natural Power, un 3.0 litri benzina-metano che viaggiando ad alimentazione alternativa consuma – sempre a detta di Fiat - 8,8 kg di metano ogni 100 km nel ciclo combinato.

TECHNO&WOOD Come sempre, il model year porta anche piccoli ritocchi estetici. Non per gli esterni, stavolta, visto che il look del Ducato non cambia di una virgola, quanto per la cabina di pilotaggio, rinfrescata negli allestimenti (3 diversi: base, Techno e Wood). Il Techno vanta plastiche a effetto cromato, il Wood, invece, verniciature in finta radica; in generale l’abitacolo del Ducato migliora nella qualità delle plastiche (più omogenee) e nel layout della plancia, dove la consolle centrale è stata completamente ridisegnata.

TRACTION PLUS Quanto a tecnologie di sicurezza, sul Ducato 2011 di serie c’è l’ABS con EBD, ma non l’ESP. Una novità è invece il “Traction+”, un sistema di controllo della trazione che incrementa le capacità di disimpegno del veicolo sui terreni più brulli.       


TAGS: nuovo fiat ducato