Autore:
Luca Cereda

BEVE DOPPIO In famiglia ce l’avevano già tutte, o quasi, e ora è toccato a lei. Da oggi la 500 va anche a Gpl, costa un po’ di più della versione d’ingresso a benzina, ma al distributore offre una doppia opzione, preziosa soprattutto per chi macina tanti chilometri in città. La Fiat 500 “EasyPower” - così si chiama se è bifuel – dovrebbe arrivare a breve nelle concessionarie.

I SUOI NUMERI Due saranno gli allestimenti disponibili: il Pop e il Lounge. Il motore al quale si abbina il Gpl è invece il 1.2 a benzina della 500 entry-level. Stando a quanto dichiara la Casa torinese, valori di consumo ed emissioni della 500 EsyPower– entrambi registrati con alimentazione a Gpl – si assestano rispettivamente a 6,6 litri ogni 100 km nel ciclo combinato e a 106 g/km di CO2. Come tutte le motorizzazioni a Gpl Euro 5, anche questa garantisce il rispetto dei parametri omologativi di emissione per almeno 160.000 km.

PREZZI L’alloggiamento della bombola del Gpl e il sistema di gestione della doppia alimentazione sono quelli classici: la prima si trova nel bagagliaio al posto della ruota di scorta (per limitare il più possibile l’ingombro), la seconda funziona con il solito pulsantino che permette di passare dal Gpl alla benzina (e viceversa) con un tocco. Due sono i prezzi (chiavi in mano) di listino: 13.250 euro per l’allestimento Pop e 15.050 euro per il Lounge. La differenza di prezzo d’accesso con la 500 1.2 solo a benzina è di circa 1.600 euro.


TAGS: fiat 500 easypower fiat 500 gpl