VIVA VIVA LA BEFANA Arriva nel giorno della Befana la nuova monoposto del Cavallino, e il contrasto è forte: modernità e freschezza tecnologica fanno a cazzotti con rughe e scope della vecchia dell'anno. Alla base del progetto (denominato 659) ci sono i nuovi regolamenti, che prevedono l'eliminazione del controllo di trazione, l'introduzione di uno stesso sistema elettronico per tutte le squadre (SECU - Standard Electronic Control Unit) costituito da una centralina unica e da un software il cui sviluppo sarà concluso in coincidenza con l'inizio del Campionato; di un cambio, che dovrà essere utilizzato per quattro gare consecutive; di protezioni laterali più alte nella zona del casco del pilota e di una limitazione al tipo di materiali compositi utilizzabili. Il tutto con la conseguenza di un aumento del peso della vettura.

WORK IN PROGRESS Rispetto alla F2007 sono state riviste tutte le superfici aerodinamiche ma non c'è ancora nulla di definitivo ed è probabile che la vettura che partirà il 16 marzo da Melbourne avrà una configurazione molto diversa da quella attuale. A Maranello hanno infatti programmato un piano di sviluppo che non avrà soste per tutta la durata del Campionato. Ma ecco come la stessa Ferrari ha descritto le novità della F2008 in occasione della presentazione stampa:

"La scocca è stata ulteriormente scavata sotto le gambe del pilota e le pance ed il cofano motore sono stati ancora di più rastremati. Il sistema sospensivo è stato rivisto e sviluppato attorno alla nuova aerodinamica. Il passo e la distribuzione dei pesi sono stati adeguati alla sfida presentata dal nuovo regolamento e dall'esperienza acquisita lo scorso anno sul comportamento degli pneumatici Bridgestone.

"Le modifiche ai regolamenti tecnico e sportivo per quanto concerne l'elettronica e la conseguente introduzione della SECU hanno determinato l'eliminazione di una serie di aiuti nella guida come il controllo della trazione e del motore in frenata e il sistema di partenza assistito elettronicamente, nonché una gestione del differenziale, del motore e della cambiata molto più semplificata.

"La scatola del cambio è in carbonio e la posizione della trasmissione rimane longitudinale. Il cambio è dotato per il secondo anno consecutivo del sistema di cambiata veloce, adattato al software SECU e ulteriormente velocizzato. L'impianto freni è stato aggiornato con nuove pinze ed innovativi concetti per il raffreddamento.

"Il motore 056 è montato longitudinalmente e mantiene la sua funzione portante. La struttura fondamentale rimane inalterata rispetto all'unità omologata all'inizio della scorsa stagione mentre sono stati ulteriormente sviluppati i sistemi ausiliari e l'alimentazione aria e carburante. Il regolamento tecnico impone anche l'utilizzo di benzina corrispondente alle normative dell'Unione Europea, con un contenuto di componenti derivati da biomasse pari al 5,75%.

"Secondo la tradizione, una grande attenzione è stata dedicata al rendimento e all'ottimizzazione dei materiali impiegati, alla fase di progettazione e al controllo della qualità, cercando di massimizzare il livello delle prestazioni e di ottenere il più elevato standard di sicurezza possibile.

Il giudizio di Kimi Raikkonen
"E' sparito il controllo di trazione e certamente dobbiamo adattarci a questa che è una modifica forte, insieme alla mancanza di altri sistemi di controllo, presenti fino allo scorso anno. Siamo però soddisfatti rispetto alla reazione della nuova vettura alle modifiche effettuate. L'abitacolo della F2008 inoltre è più ridotto e la vettura più rastremata, è normale che dobbiamo ancora adattarci rispetto alla scorsa stagione. Senza il controllo di trazione sarà di certo un po' più complesso guidare sul bagnato e qualche tranello in più soprattutto in scia laterale si presenterà. Però sarà più divertente".

Il giudizio di Felipe Massa
"L'impressione è quella di una macchina bella, come qualunque vettura Ferrari, ma non è sufficiente. L'aspetto più importante è la prestazione e l'affidabilità, e questo è un momento importante, la squadra deve lavorare per renderla da subito affidabile e veloce. Dobbiamo fare ancora degli sviluppi prima della prima gara, e aspettiamo le prestazioni per commentare.

"Riguardo alla mancanza del traction control il modo di guidare sarà diverso, bisogna fare attenzione all'acceleratore, più che al freno. Lo stile deve essere più dolce e meno aggressivo. Non credo sia un vantaggio, sono comunque cambiate molte cose, ed anche i regimi del motore influiscono: il V8 è un motore cattivo e difficile del V10, soprattutto in certe fasi. Quando si è alla guida in queste condizioni si desidera avere maggiore stabilità e aderenza e si cerca di essere aggressivi e spingere al limite. Se c'è minore aderenza si possono sfruttare meglio gli penumatici, che ora ora saranno fondamentali, dato che non c'è il controllo di trazione.

"Per dire la verità non cambierà praticamente niente, non avremo 3-4 giri per usare le gomme vecchie. Usciremo già con un set nuovo di gomme e con il quantitativo giusto di carburante per fare il tempo; per me non cambierà quasi niente."


I DATI TECNICI

Autotelaio: in materiale composito a nido d'ape con fibra di carbonio
Cambio: longitudinale Ferrari. Comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce.
Numero di marce: 7 + Rm
Freni: a disco auto ventilanti in carbonio
Sospensioni: indipendenti con puntone a molla di torsione anteriore/posteriore
Peso (con acqua, olio e pilota): 605 kg
Ruote BBS (anteriori e posteriori): 13''

Motore
Tipo: 056
Numero cilindri: 8.
Blocco cilindri: in alluminio microfuso: V 90°
Numero di valvole: 32.
Distribuzione: pneumatica
Cilindrata totale: 2398 cm3
Alesaggio e pistoni: 98 mm
Peso:


TAGS: ferrari f2008