Autore:
Gilberto Milano

L'ULTIMA ROSSA Il countdown sul sito creato appositamente per lei segna ancora 07:07:35:18, ma con largo anticipo sul dichiarato a Maranello hanno diffuso le prime immagini della nuova Ferrari, che si chiamerà California. Ve le mostriamo in grande, per gustare meglio curve e particolari. Trattasi infatti delle foto ufficiali dell'ultima nata tra le Ferrari e anche la più piccola, che si potrà ammirare dal vero al Salone di Parigi, tra 67:07:26:03 giorni, ore, minuti e secondi. La prima Ferraricompletamente nuova dopo la 599 GTB presentata a Ginevra nel 2006. Sempre che non si voglia considerare nuova la 430 Scuderia, arrivata nell'autunno 2007.

L'ALTRA GT Con il suo V8 di 4.300 cc e 460 CV a 7.500 giri/min a iniezione diretta, montato per la prima volta nella storia Ferrari in posizione anteriore-centrale e capace di accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi, la California allarga contemporaneamente l'offerta delle vetture a otto cilindri e quella delle GT, affiancando l'ammiraglia 612 Scaglietti. Sarà disponibile esclusivamente in versione convertibile ma con capote rigida ripiegabile, come si può intuire anche dal cofano posteriore alto, tipico di queste vetture.

VISTA DA DIETRO Un lato B ben tornito, che lascia intuire un minimo di spazio anche per il bagagliaio, e che gioca la carta dell'effetto ottico per ridurre l'impatto visivo con la trovata dei due faretti tondi che lasciano scoperta la parte superiore, come se si fosse limato troppo sulla superficie fino a scoprirne i tasselli, mentre in basso, sotto il fascione nero che interrompe la parete di lamiera spiccano i quattro tubi di scarico sovrapposti in moto asimmetrico, imitando quanto già visto sulla Lexus IS-F. Una coda tutto sommato originale e piacevole, anche se meno sportiva delle altre vetture made in Maranello.

PESCE ROSSO Bella anche la linea in rilievo che tornisce il passaruota posteriore e che attraversa poi tutta la fiancata fino a terminare sul passaruota anteriore con delle piccole branchie per lo sfogo dell'aria, più da pesce rosso che da squalo bianco. All'anteriore la California ripropone invece gli stilemi della 599 GTB e della 612 Scaglietti, con la calandrona grigliata e fari allungati poco invadenti.

PIU' ECOLOGICA Altra novità importante è il cambio a doppia frizione e 7 marce, in grado di garantire una guida più dolce rispetto al semi-automatico attuale, oltre che utile per contenere consumi e relative emissioni di CO2, che la Casa dichiara attorno ai 310 g/km. Un bel passo avanti rispetto ai 360 della F430 Scuderia, per non parlare dei 474 e 490 g/km rispettivamente di Scaglietti e 599, che però sono a 12 cilindri. Quanto ai freni, la California monta di serie un impianto con dischi in materiale carbo-ceramico Brembo, mentre telaio e carrozzeria sono in alluminio, come tutti gli altri modelli dell'attuale gamma.

DA CHIARIRE All'interno sono visibili un nuovo volante, nuovi quadranti degli strumenti e una nuova plancia, mentre non è chiaro dalle immagini (vedi quelle in grande) se la California preveda dei poggiatesta integrati nella paratia posteriore, lasciando spazio a eventualialtri due sedili di emergenza. La Ferrari stessa dichiara infatti di essersi ispirata alla Concept 2+, e dato che il nome non si riferisce a un voto e che comunque di GT si tratta, resta da capire se davvero la California sia in grado di ospitare altre due persone. Come da chiarire è anche il prezzo, che potrebbe anche essere superiore a quello della F430 Spider, in listino a oltre 170.000 euro. Se ne saprà di più al momento del debutto, al Salone di Parigi in settembre, mentre su strada la vedremo a partire dai primi mesi del 2009.


SCARICA I WALLPAPER






GUARDALA IN FORMATO GIGANTE (per possessori di linea veloce)












TAGS: ferrari california