Autore:
Luca Cereda

SORELLA ALTERNATIVA Ricordate la Viper? Tipicamente yankee, molto potente, emblema della muscle car, perfino spaccona quando sputa fumo dagli scarichi laterali. Bene, la Zeo, concept che la Dodge presenterà a metà gennaio al Salone di Detroit, ha l'aria di una sorella minore che per spirito di contraddizione ha deciso di prendere un'altra strada.

SPORT WAGON Dai primi disegni, se non fosse per la statura (bassa) e lo sguardo aggressivo scolpito su un muso piuttosto pronunciato, non si fa fatica a riconoscerne la parentela. Grugnito a parte, la Zeo è di tutt'altra pasta. Un ampio parabrezza si arrampica invadendo la zona del tettuccio, mentre gli stretti finestrini laterali fasciano i fianchi dell'abitacolo.

SPORTIVONA I parafanghi anteriori sono spinti talmente in alto da schiacciarsi agli angoli del vetro, e con quattro porte e quattro sedili la Zeo si inserisce nel segmento delle wagon dalla linea sportiva. Inoltre, seguendo il trend contemporaneo, preferisce la scossa allo scoppio.

CUORE DI LITIO La nuova Dodge ha un motore elettrico alimentato da un pacchetto di batterie agli ioni di litio e dichiara un'autonomia di 400 chilometri. Resta da vedere se saprà correre come le altre auto di famiglia.


TAGS: dodge zeo speciale detroit 2008