Autore:
Massimo Grassi

FIGLIA DELL’ALLEANZA C’è una nuova auto elettrica capace di percorrere circa 400 km con una carica. E no, non è la nuova creatura di Tesla, qui Elon Musk non c’entra nulla. I genitori della Denza 400 Ev, questo il nome del nuovo modello, sono Daimler e BYD, colosso cinese industriale cinese, che nel 2010 hanno dato vita a una alla BDNT (Shenzhen BYD Daimler New Technology Co., Ltd.), joint venture dedicata alla fabbricazione di auto elettriche.

EVOLUZIONE DELLA SPECIE Lanciata nel 2014 la prima Denza era in grado di percorrere circa 300 km con un pieno di elettroni e il modello presentato oggi quindi rappresenta un upgrade tecnologico. La Denza 400 Ev infatti monta un nuovo motore più potente (0-50 km/h in meno di 4 secondi) e, soprattutto, nuove batterie (con software di gestione aggiornato) da 62 kWh le che permettono di superare (in particolari condizioni) la barriera dei 400 km di autonomia. Ovvero quanto basta per ricaricare l’auto ogni 5-7 giorni. La percorrenza media degli automobilisti cinesi infatti non supera gli 80 km al giorno. Per il resto l’auto rimane in tutto e per tutto uguale alla prima serie, con forme che di certo non fanno impazzire. Il prezzo? Grazie ai contributi statali la Denza 400 Ev sarà in vendita a 322.800 Yuan, ovvero circa 43.000 euro.

NELLE PUNTATE PRECEDENTI Facciamo ora un passo indietro per conoscere meglio i protagonisti: Daimler la conosciamo tutti e non c’è bisogno di presentazioni. BYD invece potrebbe non dirvi niente, ma dovete sapere che si tratta di uno dei più grandi produttori di batterie ricaricabili al mondo. Un partner ideale per l’azienda tedesca, che si ritrova così a poter disporre di un know-how invidiabile nel mondo degli accumulatori, in vista di un futuro automobilistico destinato a diventare sempre elettrico.

 


TAGS: auto elettriche daimler cina BYD Denza Denza 400 Ev