Autore:
Gilberto Milano

S3X Già vista? Probabile. Era al Salone di Parigi 2004 sotto falso nome: si chiamava S3X concept. Identica, tranne nel nome, all'attuale. E' stato il successo di pubblico e i giudizi entusiastici a convincere la Chevrolet a metterla in produzione. Design di impatto muscoloso, tanto spazio all'interno e ottima qualità dei materiali i suoi punti di forza. La nuova Captiva non è infatti di taglia piccola, tutt'altro: lunga 4,64 cm, larga 1,85 e alta 1,72, si inserisce tra le Suv di taglia grande, tipo Bmw X5, anche se gli americani la definiscono "compact Suv".

PRIMIZIE Stile yankee, con linee sfaccettate e massicce, capace di trasportare fino a sette persone (c'è anche in versione da cinque) sarà disponibile a scelta sia a trazione integrale, sia a trazione anteriore. La Captiva sarà anche la prima Suv Chevrolet dotata di motore diesel, più adatto a soddisfare le esigenze della clientela europea. Ed europeo sarà anche il motore, sviluppato in Italia attraverso una collaborazione tra la GM Powertrain e la VM. Un quattro cilindri due litri nuovo di zecca che la GM definisce allo stato dell'arte quanto a modernità, con tecnologia common rail a iniezione diretta e potenza di 150 cavalli.

C'E' ANCORA TEMPO Per gli amanti della benzina sarà anche disponibile un quattro cilindri di 2.4 litri da 140 cv. Superbo, sempre secondo Chevrolet, il piacere di guida che entrambi i motori saranno in grado di offrire. Visto ciò, la Casa Usa ha deciso di dotare la Captiva del controllo elettronico di stabilità (ESP), anche questa una novità assoluta sui modelli destinati all'Europa con il marchio americano sul cofano. Per vederla bisognerà però aspettare la prossima primavera, quando aprirà i battenti il Salone di Ginevra 2006. Nel corso dell'anno poi il debutto commerciale.


TAGS: chevrolet captiva