Autore:
Marco Rocca

CHE SORPRESONE! Una delle novità più attese al Salone dell’Auto di New York 2016 (tutt’ora in corso) è stata senza dubbio la Chevrolet Camaro ZL1, che ha acceso la passione del pubblico con un pieno di cavalli e alettoni. Per la serie “2 piccioni con una fava”, la Casa americana ha deciso di raddoppiare la sorpresa portando sotto i riflettori anche la variante senza il tetto, normalmente attesa più avanti.

STESSO DNA Manco a dirlo la Chevrolet Camaro ZL1 Cabrio riprende per filo e per segno le caratteristiche meccaniche delle sorella con il tetto. Questo vuol dire che sotto al cofano ritroviamo il bombardone V8 LT4 6.2 litri con compressore volumetrico che scarica a terra 640 cavalli e 868 Nm di coppia, abbinato al cambio manuale o all'inedito automatico a dieci marce.

CATTIVA COME NON MAI Il discorso continua anche all’esterno con il kit aerodinamico specifico ZL1 che comprende carreggiate allargate, spoiler posteriore, splitter anteriore e minigonne laterali. Senza dimenticare il sistema di raffreddamento potenziato, le sospensioni Magneti Ride a controllo elettronico, il differenziale autobloccante e l’impianto frenante griffato Brembo.

E IL PESO? Fra i dati ancora da conoscere, manca quello relativo al peso. Sappiamo che la coupé ha perso 90 kg rispetto alle versioni meno potenti. Sarà lo stesso anche per la cabrio? A breve sapremo dirvi di più, per ora sappiate che la Camaro ZL1 Cabrio sarà in vendita all'inizio del 2017, qualche mese dopo la Coupé.


TAGS: chevrolet chevrolet camaro al salone di new york chevrolet camaro ZL1 Cabrio convertibile